Tesser: “Ci mancano due rigori”. E su Mokulu…

Tesser: “Ci mancano due rigori”. E su Mokulu…

Commenta per primo!

Attilio Tesser è sempre equilibrato. E ai microfoni di Radio Punto Nuovo analizza lucidamente il match. la terza vittoria consecutiva pesa tantissimo nell’economia della squadra e del morale. Ma soprattutto nella classifica che sorride ai lupi e li vede di nuovo posizionati nella parte sinistra a pochi passi dai play-off.

“Sono tre punti che ci danno continuità, morale e fiducia alla squadra. tra pochissime ore saremo impegnati con una nuova partita difficile. Ce li godiamo ma siamo già concentrati per martedì. Arriva l’Entella e, credetemi, non sarà per niente facile” 

Avellino cinico?

“Cinico no, di occasioni ne abbiamo avute. Ne abbiamo avute diverse e trovato il gol con un grande Nitriansky. Frattali ha fatto due parate importanti. Ma dopo abbiamo avuto la giusta reazione. Siamo usciti fuori alla distanza. Abbiamo lottato e portato a casa tre punti importanti”

Gol di Nitriansky

“Nitriansky è un giocatore come tutti gli altri che ha la voglia di far bene. Ha avuto un momento di difficoltà ma l’ha superato alla grande. Adesso confidiamo in lui. Abbiamo bisogno delle sue prestazioni”

 

Mokulu

“Ha una distorsione alla caviglia. Domani valuteremo meglio. Peccato, non ci voleva. Perchè cominciamo ad essere contati lì davanti dopo l’infortunio di Tavano. Prova tanto dolore. Contro l’Entella posso già dire che non ci sarà”

Sull’arbitraggio

L’espulsione dalla panchina di Soumarè è stata sbagliata.  Il quarto uomo ha sbagliato persona. Mi spiace. Siamo già contati, lo ripeto. Ho visto due rigori. il primo era netto, meno netto su Nica ma c’era anche quello. L’arbitro ha cercato di intepretarla al meglio. Siamo ancora a zero rigori. Speriamo che alla prossima occasione ci sia concesso. E’ strano, stranissimo. Alcuni episodi nel corso di questo campionato sono stati nettissimi. Su questo aspetto siamo davvero sfortunati”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy