Lettera a Trotta: “Ciao Marcello, è stato bello averti qui”

Lettera a Trotta: “Ciao Marcello, è stato bello averti qui”

Caro Marcello,

sapevamo che il gol che ci hai regalato sabato nel derby sarebbe stato l’ultimo con la maglia biancoverde e che quella tua corsa sfrenata sotto la “tua” Sud sarebbe stata l’ultima con il lupo addosso.
Dopo un anno vai al Sassuolo. Un anno incredibile. Strepitoso. 41 presenze e 17 gol. Quasi mezzo gol a partita di media. Arrivasti dall’Inghilterra. Con tanta fame e con la voglia di prenderti l’ Europeo Under 21. In cambio ti chiedemmo i gol per farci sognare.
E tu sei riuscito a darceli, eccome. Il primo su rigore contro il Frosinone. Una settimana dopo quello al “Picchi” di Livorno che segnò l’apoteosi biancoverde nella passata stagione. E come potremmo dimenticare la tua prestazione in quel di Bologna? Doppietta e prestazione da leader. Di un’altra categoria, appunto.
Ti abbiamo dato tanto, ma tu hai ricambiato alla grande fino alla fine. E forse il momento più bello te lo sei regalato (e ce lo hai regalato) proprio sabato scorso con quel gol da tre punti nel derby. Sei entrato nella leggenda. Nel cuore c’eri già. E ci sarai per sempre, Marcello.
Vederti passare per Avellino è stato un onore. Quando indosserai la maglia numero nove della Nazionale noi penseremo sempre a quanto è stato bello averti qui.
Comunque il nostro non è un addio. Ci rivedremo presto. In Serie A. Dove meritiamo di stare. Noi e te. Per sempre.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy