Joao Silva arriva di corsa: è lui l’erede di Trotta

Joao Silva arriva di corsa: è lui l’erede di Trotta

Commenta per primo!

Joào Pedro Pereira Silva (più conosciuto come Joao Silva) è un nuovo calciatore dell’Avellino. Dopo aver rescisso, proprio ieri, il contratto che lo legava al Ferreira (serie A portoghese), ha chiuso un accordo con l’Avellino. Si parla di un contratto di sei mesi più opzione per il rinnovo per l’anno successivo. Il suo è un ritorno in Italia dopo una stagione al Bari due anni fa (segnò proprio ai lupi al San Nicola). Fu acquistato in extremis dal Palermo di Zamparini in A per essere immediatamente girato ai portoghesi. Quest’anno al Ferreira 14 presenze, un gol ed un assist. In precedenza, a Bari, 45 presenze compresi i play-off e 8 reti. Classe ’90 per 188 cm di altezza, arriva per sostituire Marcello Trotta. Attaccante vagabondo. Di nazionalità portoghese ha giocato dappertutto. E’ atteso in tarda serata in città, domattina le visite mediche e, se tutto andrà per il verso giusto, si metterà a disposizione del tecnico Tesser.

La carriera

Cresce calcisticamente nel Desportivo Aves, dove viene promosso in prima squadra nel luglio del 2009. Nella Segunda Liga portoghese segnerà 14 reti in 29 presenze, quindi si trasferisce all’Everton per 700.000 euro. Nei primi sei mesi in Inghilterra il giocatore non trova spazio in prima squadra, venendo utilizzato in tre spezzoni di partita nel campionato riserve inglese e successivamente non viene convocato per il resto delle partite. Dopo il termine del prestito viene impiegato fino alla fine della stagione nella formazione riserve dell’Everton, dove segnerà 2 gol in 7 presenze. Terminata la stagione, il 10 luglio 2012 il suo cartellino verrà ceduto per 400.000 euro alla formazione bulgara del PFC Levski Sofia, squadra nel quale riesce a giocare, seppur partendo quasi sempre dalla panchina, 31 partite tra campionato, coppa e turni preliminari di Europa League, timbrando il cartellino per 8 volte. Inizialmente confermato per la stagione 2013-2014, il giocatore viene successivamente licenziato assieme ad altri quattro compagni dal direttore esecutivo della società bulgara a causa di alcune brutte prestazioni che hanno fatto partire in sordina il Levski Sofia.

Svincolatosi dalla sua precedente squadra, la società italiana del Bari ne ufficializza l’ingaggio il 31 agosto 2013, esordendo il giorno stesso in Serie B, subentrando a Marco Ezio Fossati nella partita tra i biancorossi e il Brescia. Il 13 ottobre 2013 segna il suo primo gol con la maglia biancorossa nella partita casalinga contro il Crotone. Conclude la stagione con 8 gol.

Dopo 2 presenze in Coppa Italia, il 1º settembre Bari e Palermo si accordano per il trasferimento del calciatore perfezionandolo 33 secondi dopo la chiusura della sessione di calciomercato (ore 23), pertanto l’operazione non viene convalidata dalla Lega Calcio. Quindi le due società coinvolte presentano ricorso che viene accolto perché «sono validi tutti i trasferimenti conclusi entro le 23.00 e 59″», e così il giorno successivo João Silva si trasferisce a titolo definitivo in maglia rosanero firmando un contratto triennale in cambio di 500.000 euro (più un altro milione in caso di raggiungimento della 20ª presenza). Il 24 settembre seguente esordisce nella massima serie e in maglia rosanero in Napoli-Palermo (3-3) della quarta giornata della Serie A 2014-2015, entrando in campo al 62′ al posto di Paulo Dybala. Il 26 agosto 2015 rescinde il contratto con il Palermo e passa al Paços de Ferreira. Con i portoghesi scende in campo 14 volte, realizzando un gol. Ieri la rescissione del contratto.

Ora l’Avellino. Ha un’eredità difficile. Sostituirà Trotta e fare tanti gol.

LA SCHEDA DEL CALCIATORE 

I VIDEO CON I GOL AL BARI

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy