Arbitro scandaloso ma Tesser ha perso la bussola

Arbitro scandaloso ma Tesser ha perso la bussola

Commenta per primo!

L’arbitraggio di oggi a Novara è stato scandaloso. Questo è fuori discussione. Ma non è un alibi perchè Tesser ci ha messo molto del suo per perdere la partita. E’ vero: c’era anemia in mediana. L’assenza di Paghera (appena arrivato e già insostituibile) e D’Angelo si sono fatte sentire. Ma ai più non è piaciuto lo schieramento difensivo. Perchè Biraschi in panchina proprio ora che il mister aveva deciso di puntare su due esterni di ruolo come Pucino e Visconti? Il calciatore, fresco di convocazione in Under 21, è stato tenuto fuori dalla contesa. Non poteva giocare centrale, nel suo ruolo più naturale proprio oggi che il Novara si presentava con forza e con una punta robusta e di peso come Evacuo? Dubbi, interrogativi, poche certezze. Come quella di utilizzare dal primo minuto di nuovo Visconti. Già Arini, in mediana ritornava dopo diverso tempo. Ed infatti è stato sacrificato ad inizio ripresa per l’esordio proprio di Pisano. E con Jidayi ormai a secco di fiato e di idee (tra i migliori fino ad ora in questo campionato ma in evidente difficoltà), l’Avellino ha finito per regalare mediana e corsie esterne al Novara. Devastanti i piemontesi dalle parti di Visconti. Dai suoi errori, si può dire, sono arrivati il gol del vantaggio e il rigore poi sbagliato da Evacuo. Sembrava che non avesse mai giocato al calcio Visconti. Purtroppo, aggiungiamo noi, si è evidenziata la giornata poco positiva di Chiosa con un Migliorini a cui va concessa l’attenuante dell’esordio. Insomma, il tecnico avrebbe potuto avere tante soluzioni (si è rivisto anche Nica ndr) in difesa. Ha scelto quelle che riteneva le migliori, sbagliando. Biraschi oggi, al centro della difesa, sarebbe tornato nella sua posizione naturale. E Pisano, al di là di tutto, avrebbe garantito, anche senza avere i 90′ nelle gambe, comunque più esperienza ed equilibrio tattico.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy