Armandino al Partenio-Lombardi: un sorriso anche per Matteo

Armandino al Partenio-Lombardi: un sorriso anche per Matteo

Commenta per primo!

Ti viene da piangere. Solo a pensare che il calcio, quello vero, quello sano, possa accomunare tante rivalità. Ricordate Armandino? Ha vinto la sua battaglia più bella. L’ha vinta unendo tutto il popolo sportivo nazionale ed internazionale. Potere dei social direbbero in molti. No, sbagliato. Potere del cuore. Lo stesso che portò anche i tifosi biancoverdi ad esporre striscioni per il piccolo granata e raccogliere addirittura fondi he furono consegnati al papà di Armandino in presenza anche di un a delegazione di ultras salernitani. Questo è il calcio. Questo è il potere del calcio. Che poi sulle gradinate ci siano sfottò e cori contro, è un’altra cosa. La stessa che fa parte del calcio. Che è cambiato, come è cambiato anche il mondo dei tifosi. Visti dai più violenti e barbari. Ma chi lo pensa è ignorante. Ignora tutto ciò che c’è attorno al mondo degli ultras. Che darebbero tutto per la propria squadra del cuore, ma darebbero di più in nome di una solidarietà senza confini. La stessa che potrebbe portare Armandino al Partenio-Lombardi. Magari anche in mezzo al campo per salutare una tifoseria che gli è stata, come tutte, vicina. E per lanciare un messaggio a Matteo. Che da Trieste sta ricevendo messaggi di amore da tutto il mondo sportivo. Armandino e Matteo: due esempi che il calcio è veramente di chi lo ama. Armandino ha vinto, Matteo sta combattendo. Il sogno è di rivederli insieme. Al Partenio o all’Arechi non importa. Questo è il calcio, questo è il nostro calcio. Quello che ci piace. Quello per il quale vale la pena rischiare. matteo armandino

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy