Avellino-Ascoli, il lupo torna a mordere con super Tavano

Avellino-Ascoli, il lupo torna a mordere con super Tavano

Commenta per primo!

Avellino: Frattali; Biraschi, Rea (Ligi al 26′), Chiosa, Visconti; Gavazzi, Jidayi, Arini, Insigne (Bastien al 67′) ;  Mokulu (Trotta al 70′), Tavano.

A disp.: Offredi, Petricciuolo, Giron, D’Angelo, Zito, Soumarè. All.: Tesser.

Ascoli: Lanni; Almici, ( Nava al 80′) Mengoni, Canini, Pecorini; Carpani, Altobelli; Bellomo (Addae al 67′), Caturano ( Perez al 65′), Berrettoni, Petagna.

A disp.: Svedkauskas, Milanovic, Grassi, Cacia, Giorgi, Jankto, . All.Petrone

Marcatori: 39′ Mokulu (AV) 41′ Tavano (AV) 48′ Gavazzi (AV)

Ammoniti: 20′ Pecorini (AS) 24’Berrettoni (AS) 44′ Chiosa (AV) 65′ Almici (AS) 80′ Arini

Dopo i tre pareggi consecutivi con Livorno, Brescia e Spezia. era il giorno dei tre punti, la vittoria della “credibilità” come definita dal presidente Taccone. La prima mezz’ora però non sembra il giorno giusto con l’Ascoli che amministra palla e dopo quindici minuti non sfrutta l’occasione perfetta per passare in vantaggio. Poi arrivano i due minuti che il popolo biancoverde aspettava da troppo tempo. Uno-due firmato Mokulu e Tavano. Finalmente il gol di Tavano. Gavazzi al rientro certifica che questa volta la musica non cambierà e alla fine del match il sottofondo è dolcissimo: quello della vittoria.

PRIMO TEMPO. Un match delicato in cui la tensione la fa da padrona nei primi minuti. Bisogna attendere il sedicesimo minuto per far rilevare qualcosa sui taccuini: protagonisti i bianconeri con una grande occasione per Altobelli che, servito da Petagna, calcia fuori da pochi passi. La paura non cambia le cose con l’Ascoli a fare la partita. L’infortunio di Rea, sostituito con Ligi, non promette nulla di buono oltre al gioco dell’Avellino con tantissimi errori e tanta confusione. Due minuti e tutto cambia Tavano sale in cattedra e in due minuti mette la palla a Mokulu che sigla il vantaggio, sbaglia in area un gol a pochi metri dalla porta e poi ubriaca Canini e insacca il 2 a 0. Tutti negli spogliatoi con l’Avellino che raccoglie più di quanto prodotto ma per una volta il vento gira a favore dei biancoverdi.

Secondo tempo – Pronti via e l’Avellino non è sazio. Biraschi e Insegne duettano alla grande ma è Gavazzi a siglare la terza rete, quella della tranquillità. L’Ascoli prova a reagire ma Tavano è straripante se l’Avellino verticalizza e solo una deviazione sulla traversa di Lanni su tiro di Tavano evita il poker. Insigne per Bastien e Mokulu, infortunato, per Trotta i cambi di Tesser. Tavano sembra essere rinato e ogni palla sembra quella del 4 a 0 e della sua doppietta personale ma prima un tiro di poco alto e poi un tiro da oltre venti metri accarezza il palo. Frattali mette la sua firma sul match con un intervento dei suoi su Altobelli che non riesce a siglare il gol della bandiera. Tre minuti di recupero e triplice fiscio, il lupo torna a mordere e ha già fame del prossimo turno al Libero Liberati.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy