Avellino che succede? Il mercato non decolla

Avellino che succede? Il mercato non decolla

Avellino ma che succede? E pur vero che è ancora presto per fare analisi precise sul calciomercato. Ma la sensazione è che si voglia completamente stravolgere completamente la rosa dello scorso anno. Stanno andando via tutti. Pochi i riconfermati. Tra i pali c’è stata rivoluzione (riconfermato solo Frattali), in difesa idem. Con Pisacane ai blocchi di partenza, la scadenza del contratto di Fabbro, Ely tornato al Milan, Chiosa a casa madre (difficile rinnovare il prestito), il pacchetto arretrato sarà formato solo da nuovi acquisti. Ed in questo senso l’Avellino si è mosso benino fino ad ora. Stessa rivoluzione sulla mediana. Solo D’Angelo e forse Arini saranno riconfermati (quest’ultimo attende il rinnovo del contratto in scadenza). Kone è tornato alla base (Atalanta), Schiavon è destinato ad essere ceduto altrove. Sugli esterni resta Zito (ma su di lui ci sono tante richieste). Confermato Visconti (che comunque non sembra aver retto, infortuni a parte, il peso della categoria brillando poco nella stagione appena conclusa). Da decidere il futuro di Regoli (ha trovato poco spazio), quello di Bittante (si andrà alle buste). Ed in attacco con la spada di Damocle sulla testa per la squalifica certa di Castaldo (tre o quattro mesi), l’unico sicuro è Mokulu. Trotta sarà ceduto, Comi è tornato al Milan per essere girato addirittura al Livorno (e non ad una squadra di bassa classifica). Rientreranno Pozzebon ed Arrighini, arrivati nell’estate scorsa in pompa magna ma subito ceduti a gennaio per gli scarsi risultati ottenuti sul campo. Per ora il mercato non ha offerto sussulti. E la campagna abbonamenti non decolla.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy