Avellino-Cosenza, tris ai lupi della Sila (Tavano, D’Attilio e Castaldo)

Avellino-Cosenza, tris ai lupi della Sila (Tavano, D’Attilio e Castaldo)

Avellino (4-3-1-2): Frattali (30′ st Bianco); Nitriansky (34′ st Petricciuolo), Biraschi (7′ st Chiosa), Rea (37′ st Tutino), Visconti (7′ st Giron); Gavazzi (15′ st D’Attilio), D’Angelo (7′ st Jidayi), Zito (15′ st Schiavon); Insigne (15′ st Soumarè); Trotta (7′ st Castaldo), Tavano (7′ st Mokulu). A disp.: Bianco, Tutino, Arini, Mokulu, Castaldo, Soumarè, Petricciuolo, Schiavon, Giron, D’Attilio, Jidayi, Chiosa. All.: Attilio Tesser.

Cosenza (4-4-2): Perina; Corsi, Tedeschi, Blondett, Ciancio; Criaco (7′ st Fiordilino), Arrigoni, Caccetta, Guerriera (9′ st Raimondi); La Mantia (15′ st Ventre), Arrighini (1′ st Pinna). A disp.: Saracco, Soprano, Di Somma, Novello, Gaudio, Ventre, Raimondi, Pellegrino. All.: Giorgio Roselli.

Arbitro: Strippoli della sezione di Bari.

Guardalinee: Iovine e Lombardi.

Reti: 10′ pt Tavano, 19’st D’Attilio, 36′ Castaldo

Note: sugli spalti 500 spettatori

Ultimo test della stagione per l’Avellino. Da lunedì inizia ufficialmente la nuova stagione. Al “Partenio-Lombardi” arriva il Cosenza dell’ex Andrea Arrighini. Tesser conferma il 4-3-1-2. Roselli risponde con un 4-4-2. In avanti, per i biancoverdi, spazio alla coppia Tavano-Trotta. Il bomber di Santa Maria Capua Vetere in campo, nonostante, le voci di mercato. Ad inizio gara c’è tempo per la consegna, da parte del capitano D’Angelo,  una maglia commemorativa a per Kevin Marulla, figlio del compianto Gigi.

PRIMO TEMPO – Parte bene il Cosenza che si affaccia in avanti al 4′ con Arrighini. La retroguardia biancoverde tiene a bada i lupi della sila. Al 10′ i lupi piazzano il primo gol. Zito imbecca Tavano che d’esperienza buca Perina. Avellino 1 Cosenza 0. Passano solo 120 secondo ed i biancoverdi si riaffacciano in avanti con Trotta. Tiro di poco a lato. Al 19′ nuovo squillo dell’Avellino. Zito prova la botta dai 25 metri, Perina, fa buona guardia. Alla mezz’ora si fionda in avanti anche il Cosenza. Prova la conclusione Arrigoni pala alta sopra il montante. Passano solo due minuti ed i lupi della sila ci riprovano. Tiro dai 18 metri di La Manita, sfera, bloccata da Frattali. Cosenza pericolissimo. Al 40′ punizione al veleno dalla destra, si fionda Caccetta, prova la conclusione Frattali si supera, la sfera termina nei piedi di Blondett che in equilibrio instabile manda oltre la traversa. Termina il primo tempo con l’Avellino in vantaggio.

SECONDO TEMPO – Nella ripresa, Roselli, si affida a Pinna. Il tecnico richiama in panchina Arrighini. Al 10′ sostituzioni in serie per l’Avellino. Attacco rinnovato con Castaldo e Mokulu al posto di Trotta e Tavano. In difesa Chiosa rileva Biraschi. Giron per Visconti e Jidayi per D’Angelo. Al 15′ ancora cambi per l’Avellino. Tesser inserisce D’Attilio, Schiavon e Soumarè in luogo di Gavazzi, Zito e Insigne. Al 19′, della ripresa arriva il raddoppio. Soumarè ubriaca di finte la retroguardia calabrese scarico per D’Attilio che con un piattone buca Perina. Al 36′ arriva il tris dei lupi. Sbavatura di Blondett ne approfitta Gigi Castaldo che sfodera un siluro dalla distanza bucando Perina. Avellino 3 Cosenza 0.  Al 40′ un nuovo sussulto per i lupi. Punizione al veleno di Schiavon. La sfera scheggia la traversa. Termina la gara. Avellino 3 Cosenza 0.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy