Avellino niente distrazioni, a Como servono undici lupi

Avellino niente distrazioni, a Como servono undici lupi

Il Como è l’ultima squadra in classifica con una sola vittoria e reduce da una sconfitta per quattro a zero. Una squadra definita dagli addetti ai lavori all’ultima spiaggia, con l’Avellino pronto alla terza vittoria e a confermarsi nel momento migliore della stagione. Scendere in campo con questa convizione sarebbe banale e fuorviante, Tesser e l’Avellino lo sanno bene ma tra il dire e il fare c’è di mezzo… il Como. Uno dei termini più usato da Tesser nella conferenza stampa alla vigilia della partenza per il Sinigaglia è stato “intensità”. Se l’Avellino abbassa il livello di intesità anche di un punto percentuale rispetto al 100% è una squadra normale, a tratti anche scarsa con errori e disattenzioni che costano caro. Il Como attendere quel momento, una squadra con l’acqua alla gola proverà a far di tutto per respirare punti vitali prima della sosta invernale. In campo servono gli stessi lupi che al grido della Sud “Noi ci crediamo”, dopo il secondo gol del Lanciano, sono venuti fuori. A Como si vincerà solo cosi, perchè l’Avellino fatto di rabbia, cattiveria, voglia di vincere e intensità può fare di tutto e lo ha dimostrato. Guai a distrarsi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy