Avellino, per il main sponsor arriva un marchio nazionale?

Avellino, per il main sponsor arriva un marchio nazionale?

Fino allo scorso anno c’era la Metaedil dell’onorevole D’Agostino come main sponsor, supportato dalla Hs di Gubitosa (ora vicepresidente). Tutto Made in Hirpinia, insomma. Ma quest’anno sarà diverso. La Metaedil si è defilata, l’Hs è entrata in società. E l’Avellino si è trovata senza sponsor sulle maglie (nelle gare di Coppa Italia ndr). Ma Walter Taccone lavora a più di una trattativa. Pare, ma si tratta solo di una voce da confermare, che l’Avellino stia per chiudere un accordo con la Caffè Kimbo Spa.

La storia – Kimbo S.p.A. è l’azienda fondata dai fratelli Rubino nel 1963, da cui nasce lo stesso marchio Kimbo, un nome che evoca le esotiche terre di origine dei chicchi di caffè. Alcuni anni dopo viene creato anche il marchio Kosè, un prodotto buono e conveniente. Nel 2012 si espande nei bar della Sardegna grazie all’acquisizione della storica azienda cagliaritana “La tazza d’oro”. Nel 1994 conquista il secondo posto nel settore retail del mercato italiano del caffè confezionato, posizione che mantiene tutt’oggi. Il crescente successo è dovuto certamente alla rigorosa fedeltà, alla tradizione e all’eccellenza qualitativa, ma anche alla forte presenza in comunicazione e agli investimenti nelle infrastrutture aziendali. Ne è prova lo stabilimento di Melito di Napoli che si estende su 40.000 mq, dove l’aggiornamento delle apparecchiature e dei processi produttivi è costante e garantisce sempre il raggiungimento degli elevatissimi standard produttivi nel pieno rispetto delle politiche ambientali.
Dal 2009 Kimbo è all’avanguardia anche nella logistica integrata, con il Kimbo-hub (18.000 mq) all’interporto di Nola.

Sono ore decisive con il campionato alle porte e per ovvie ragioni di merchandising. Di certo, potrebbe essere un bel colpo, anche per le casse societarie.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy