Avellino, se non sei da C, devi dimostrarlo

Avellino, se non sei da C, devi dimostrarlo

Commenta per primo!

Un poker per riprendere fiducia. Un poker di risultati utili consecutivi per tornare a rifiatare. Un poker per dimostrare che non si è da C. Un poker per i tifosi. Un poker per se stessi. E’ una partita come tutte le altre. Una partita contro un avversario che arriverà in Irpinia con il chiaro intento di non prenderle. Una partita da vincere. Senza se e senza ma. Senza remore l’Avellino dovrà giocarla per tornare alla vittoria dopo 7 giornate. L’ultima il 12 settembre scorso, contro il Modena 2-0. Da allora 3 sconfitte e 4 pareggi. Tre, di questi ultimi, sono consecutivi maturati in casa di due grandi come Livorno e Spezia e contro una diretta concorrente alla salvezza finale e cioè il Brescia. Solo una vittoria può dare continuità ai tre pari consecutivi: solo tre punti possono servire a scuotere gli animi di una squadra che ha la necessità per ritrovare la giusta autostima. L’Avellino, se non è da C, deve dimostrarlo. Sul campo. Domani. Vincendo. Non importa come, ma bisognerà farlo. Per la continuità. Per l’orgoglio. Per la classifica. Per la gente.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy