Avellino, senti Kukoc: “Fanno ridere, non sono nessuno”

Avellino, senti Kukoc: “Fanno ridere, non sono nessuno”

“Avellino? Possiamo mangiarli, siamo nettamente migliori. Se vai in Croazia tutti conoscono Livorno, ma se gli parli di Avellino si mettono a ridere…”. Così Tonci Kukoc, il nuovo esterno croato del Livorno, presentato oggi pomeriggio dopo l’esordio a Cesena. Nessuno lo voleva, il Livorno lo ha preso. Guascone ed eccessivo nei comportamenti, con una esperienza in Italia a Brescia. Bologna e Stoccarda dopo averlo cercato lo hanno mollato. E lo conferma lui stesso. “Il Livorno mi ha salvato la carriera. Mi volevano il Bologna e lo Stoccarda, ma girando brutte voci su di me hanno preferito non tesserarmi. Che dire, sono falsità, per fortuna c’era il Livorno che ha creduto in me. Qua ho trovato un ottimo gruppo, legando con tutti ed in particolare con Jelenic. Ringrazio il Presidente, il Direttore ed il Mister. Adesso spero di portarlo in Serie A. Io non sono uno che litiga con la gente, non ho mai discusso con tifosi, compagni o allenatori. Anzi, con uno sì: Iaconi. Si crede Guardiola ma di calcio capisce poco. Sono quattro mesi che non gioco, e questo transfer non arrivava. Avevo fatto una buona stagione col CSKA, per fortuna che alla fine tutto si è risolto. A Cesena non ho dato il meglio di me, Ragusa mi ha messo in difficoltà i primi 15 minuti poi gli ho preso le misure. Sono ancora al 50%”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy