Baracani vada ad insegnare a Cagliari o a Catania: ad Avellino no!!!

Baracani vada ad insegnare a Cagliari o a Catania: ad Avellino no!!!

Commenta per primo!

L’indiscrezione che lancia Leondino Pescatore, corrispondente ad Avellino per il Corriere dello Sport, ha del clamoroso. Nel suo articolo, il giornalista avellinese, parlando dei torti arbitrali e nelle ore antecedenti alla squalifica di Biraschi, annuncia che Leonardo Baracani è stato “designato per tenere, nei prossimi mesi, lezioni presso la sezione Aia di Avellino”. Clamoroso, alla luce anche di quanto successo nel pomeriggio con la squalifica di Biraschi per due giornate, dopo un doppio giallo inesistente, un rigore fantasma e un pari clamoroso a Livorno.

Cosa c’entra Baracani? Baracani era il quarto uomo a Livorno e nel referto ha scritto che Biraschi lo avrebbe apostrofato malamente all’uscita dal campo. Tutto normale se si va ad aggiungere la prestazione poco felice del fischietto a Cagliari (sconfitta per 3-1 con un gol in off-side convalidato ai sardi per il temporaneo 1-0). Ma non finisce qui. Baracani è anche l’arbitro della gara dei treni del gòl dello scorso anno a Catania persa per 1-0 grazie ad un rigore fantasma fischiato dal direttore di gara, o di Novara-Avellino 2-1 di due stagioni fa (anche in quella gara i biancoverdi gridarono allo scandalo). Insomma, se l’indiscrezione fosse confermata, Baracani arriverà ad Avellino per insegnare ai baby arbitri della sezione provinciale e non passerà di certo inosservato.

Insomma, nulla di male se Baracani va ad insegnare ai baby arbitri. Ma non ad Avellino, però. Magari a Cagliari o a Catania. Ma non qui. Non sarebbe accolto bene.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy