Bari-Avellino le pagelle dei biancoverdi. Izzo,Pisacane e Ciano tra i migliori

Bari-Avellino le pagelle dei biancoverdi. Izzo,Pisacane e Ciano tra i migliori

Terracciano 6 – Pietro parte concentrato, decisivo quando nella prima frazione di gioco salva una palla deviata in porta da Joao Silva. Sempre attento e presente sulle sortite offensive del Bari. Nulla può sul gol del vantaggio biancorosso.

Izzo 6,5 –Elegante e raffinato in ogni intervento. Nel primo tempo dalle sue parti i galletti faticano a passare. Spesso e volentieri cerca di dare vivacità alla manovra con i lanci lunghi. Eccellente nelle uscite con palla al piede.

Fabbro 5,5 – Si trova al cospetto di un brutto cliente come Joao Silva, ma the wall resiste fino a quando non arriva la beffa, quando proprio l’ex Juve Stabia si perde il brasiliano che di testa insacca.

Pisacane 6,5 – Nel primo tempo è una diga che argina tutte le sortite offensive dei pugliesi. Sempre in anticipo su ogni pallone. Purtroppo deve arrendersi al 32′ del secondo tempo per infortunio al suo posto entra lo svizzero Decarli s.v

Bittante 5,5 – L’ex viola gioca sempre con il freno a mano tirato. Concede spesso e volentieri spazio alle sortite pugliesi.

Millesi 6,5 – Sorpresa di giornata che si rileva azzeccata. Disegna un grande assist per la corrente Galabinov, ma l’ariete bulgaro si ritrova un Guarna in giornata di grazia. Arretra anche in difesa per dare una mano, rivelandosi un vero trascinatore sia in fase offensiva che difensiva. (40’st Ladrière s.v)

Arini 6 – Lo sbarballoni biancoverde. Ruba palloni a destra e a manca. Prova a pescare il jolly con un gran tiro che viene bloccato dall’estremo difensore biancorosso. Non getta mai la spugna lottando sempre con il coltello tra i denti.

Schiavon 6 – Eros gioca un grande primo tempo pieno d’intesità e di carattere. Nella ripresa la confusione prende il sopravvento su di lui, ma non si fa sopraffare e disputa comunque una buona gara.

Ciano 6,5 – Camillo è uno dei più propositivi in attacco. Tenta più volte la conclusione a rete anche dalla distanza: tanto che sfiora un eurogol dopo una sponda di Castaldo. Il tatanka biancoverde lotta come sempre.

Castaldo 6 – Si carica la squadra sulle spalle, provando a destreggiarsi con qualche tocco di classe. Nella ripresa decide di lavora più di sponda. Gli avversari lo hanno studiato bene, infatti su di lui creano una gabbia che non permette all’ex molosso di esprimersi al meglio.

Galabinov 5 – Si trova un Guarna in giornata che gli spezza la gioia del gol. L’ariete bulgaro si dimostra lento e macchinoso rallentando molto le sortite biancoverdi. Rastelli decide di sostituirlo per far posto a Biancolino 5,5 Il pitone è un fiume in piena. La voglia di giocare far si che il pitone ha voglia di divorarsi tutti, viene servito poco.

Rastelli 6 – Sfodera dal cilindro uno nuovo schema, che si rileva una buona mossa. Difatti i suoi vanno spesso e volentieri vicino al gol. Mai come oggi la sconfitta non era pronosticabile per quello che hanno fatto vedere i suoi ragazzi.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy