Bologna-Avellino, le probabili formazioni. Rastelli costretto al piano “B”

Bologna-Avellino, le probabili formazioni. Rastelli costretto al piano “B”

AVELLINO – E’ il giorno di Bologna-Avellino. I novanta minuti più lunghi, della stagione, per la compagine di Massimo Rastelli. La gara di questo pomeriggio può definirsi un piccolo antipasto dei play off. La spedizione verso l’Emilia Romagna è partita male per l’Avellino. I forfait dell’ultim’ora, di Chiosa e Schiavon, hanno costretto il tecnico Rastelli a rivedere le proprie scelte. L’assenza del centrale difensivo ex Bari va ad aggiungersi a quella di Fabio Pisacane, squalificato. In tutto saranno sei le assenze in casa Avellino. Alle defezioni, prima citate, si vanno ad aggiungere Andrea Bavena e Mohamed Soumarè, infortunati, e Moussa Kone, anche lui appiedato dal Giudice Sportivo. Il tecnico di Torre del Greco, infatti, potrebbe tornare ad una difesa a tre che, in fase di non possesso si tramuti in uno schieramento a cinque, creando così maggior copertura. Un reparto falciato con gli uomini contanti. La soluzione si chiama Luca Bittante. Infatti l’ex Fiorentina, potrebbe, essere schierato nel terzetto centrodestra del reparto difensivo. Un reparto che andrà a completarsi con Rodrigo Ely al centro e con Jherson Vergara a sinistra davanti al confermato Pierluigi Frattali. Il piano “Bittante” potrebbe dare possibilità di rivedere dal primo minuto in campo Alberto Almici nel ruolo di laterale destro, con Pietro Visconti confermato in mancina. In mediana, invece, sicuri di una maglia da titolare il duo pretoriano: Angelo D’Angelo e Mariano Arini. In ballottaggio c’è la coppia Alessandro Sbaffo e Antonio Zito per la corsia sinistra, ruolo di Schiavon. L’ex Ternana, potrebbe, tornare utile a gara in corso. Per quanto concerne l’ex Latina avrebbe via libera per staccarsi e dare manforte alla coppia Luigi Castaldo, che finalmente ha ritrovato la via del gol, affiancato, da Marcello Trotta che non centra il bersaglio dalla sciagurata prestazione di Varese. In panca, invece, c’è Gianmario Comi desideroso di ritagliarsi un posto da titolare, ma per l’ex Milan le chance sono poche. Assieme al numero nove dei biancoverdi, sullo scanno, ci sarà il rientrante Benjamin Mokulu.

PROBABILE FORMAZIONE (3-5-2): Frattali; Bittante, Ely, Vergara; Almici, D’Angelo, Arini, Sbaffo, Visconti; Castaldo, Trotta A disp: Gomis, Zito, Fabbro, Comi, Regoli, Angeli, Filkor, Mokulu

BOLOGNA – Al suo esordio assoluto, col Bologna, Delio Rossi si ritroverà contro l’Avellino. Il tecnico ex Lazio, ritrova, il brasiliano Matuzalem che ha recuperato dall’infortunio muscolare. Il classe ’80, però, dovrà accontentarsi solo della panchina. Il Bologna arriverà alla sfida di oggi con molteplici assenze. Gastaldello e Maietta in difesa, Zuculini in mediana e Sansone in attacco. In difesa, davanti a Da Costa, si va verso lo schieramento con Oikonomou affiancato da Ferrari. Sulle fasce largo alla coppia Ceccarelli, sulla desta, mentre il rebus sulla corsia mancina è tra Masina e Morleo. In mediana a fare da perno ci sarà l’ex Samp, Krsticic. Rossi, potrebbe, ripiegare in panchina Casarini per favorire Mbaye. Confermatissimo, invece, Buchel. L’ex Virtus Lanciano lo scorso anno ha già punto la compagine biancoverde nel 1-3 del “Partenio-Lombardi”. In cabina di trequarti l’uomo in più sarà Laribi. L’attacco, invece, è pronto a delle rivoluzioni. La prima settimana di lavoro di Rossi ha portato ad un cambio di gerarchie. Infatti, l’ex tecnico di Samp e Lazio, è pronto a rilanciare la coppia Acquafresca-Mancosu, ripiegando così, in panchina Cacia.

PROBABILE FORMAZIONE (4-3-1-2): Da Costa; Ceccarelli, Oikonomou, Ferrari, Masina; Casarini, Krsticic, Buchel; Laribi; Acquafresca, Mancosu A disp: Coppola, Morleo, Matuzalem, Mbaye, Garics, Cacia, Perez, Bessa, Improta.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy