Il cuore dei lupi non basta: Rastelli batte l’Avellino con Sau e Melchiorri

Il cuore dei lupi non basta: Rastelli batte l’Avellino con Sau e Melchiorri

Commenta per primo!

CAGLIARI (4-3-1-2): Storari, Pisacane (13′ st Murru), Salamon, Capuano, Balzano; Dessena, Di Gennaro (37′ st Fossati), Joao Pedro; Farias (24′ st Deiola); Sau, Melchiorri. (Cragno, Krajnc, Murru, Munari, Fossati, Joao Pedro, Tello, Giannetti, Cerri). All. Rastelli.

AVELLINO (4-3-1-2): Frattali; Nica, Biraschi, Ligi, Visconti; Bastien (10’st Jidayi), Arini (C), Gavazzi (28’pt Zito); Insigne (17’st Soumarè); Mokulu, Trotta. (Offredi, Nitriansky, Giron, Chiosa, Rea, Zito, Soumarè, Jidayi, Tavano). All. Tesser.

Arbitro: Leonardo Baracani della sezione di Firenze.

Guardalinee: Giovanni Colella della sezione di Padova e Lorenzo Gori della sezione di Arezzo.

Reti: 29′ pt Sau (C), 8′ st Melchiorri (C), 39′ st Arini (A).

Note: angoli 7-8; ammoniti al 14′ pt Nica (A), al 40′ pt Farias (C), al 15′ st Biraschi (A), al 26′ st Arini (A), al 30′ st Capuano (C); recupero 2′ pt.

PRIMO TEMPO – Tesser sorprende tutti, schierando una formazione inedita. Dentro Bastien, Insigne e Mokulu fuori Zito, Tavano e Zito. Parte bene l’Avellino, al 5′, Bastien serve a centrocampo Insigne, 30 metri palla al piede poi lo scarico sulla sinistra per Trotta e il cross in mezzo il centravanti casertano che però Mokulu non aggancia al centro dell’area. Al 14′ arriva il primo giallo. Nica entra in maniera scomposta su Faria, Baracani, lo ammonisce. Avellino ancora pungente. Al 17′, corner di Insigne, Storari esce in maniera goffa perdendo palla, ma nessuno biancoverde ne approfitta. Al 21′ viene fuori il Cagliari in maniera pericolosissima. Verticalizzazione di Marco Sau, Frattali va in presa bassa, ma gli sfugge il pallone. La sfera arriva a Melchiorri che prova il tiro di destro, il portiere dei lupi ci mette una pezza deviando in corner. Ancora pericolosi gli isolani a rendersi pericolosi, al 26′, si invola Melchiorri, Biraschi sontuosamente chiude lo specchio della porta. Solo centoventi secondi dopo arriva il primo cambio per i lupi, fuori Gavazzi dentro Zito, per infortunio. Al 29′ il Cagliari mette il muso in avanti. Farias pesca Sau con un delizioso rasoterra, la difesa dell’Avellino sale ma per l’arbitro non è fuorigico e l’attaccante rossoblu può bucare Frattali. Al 35′ arriva la reazione dell’Avellino. Trotta serve Mokulu, il belga incrocia di piatto pallone sull’esterno della rete. Dopo due minuti di recupero, si va al riposo, sul risultato di 1-0.

SECONDO TEMPO – Nessun cambio nella ripresa. Solo 39 secondo e, l’Avellino, si rende pericoloso. Percussione di Insigne che lascia partire un tiro che fa la barba al palo. Al 5′ Mokulu si divora un gol già fatto. Asse Zito-Insigne, l’ex Napoli imbecca l’ex Bastia, che va a tu per tu con Storari ma cincischia e sciupa in malo modo. Solo tre minuti dopo ed, il Cagliari, piazza il raddoppio. Corner dalla sinistra di Joao Pedro, inzuccata di Melchiorri che impatta di testa senza saltare angolando dove Frattali non può arrivare. Al 10′, Tesser, si gioca la carta Jidayi al posto di Bastien. Cagliari ancora pericoloso. Al 12′ sinistro siderale di di Gennaro, pallone sopra l’incrocio alto. Ancora pericolosi i rossoblù. Cross rasoterra di Melchiorri, Sau in spacca colpisce il palo. Al 29′ lupi pericolosi, Visconti lo invita al cross dalla sinistra ed il centravanti ci mette la zampata ma il riflesso di Storari gli nega la gioia del gol. Al 39′ l’Avellino riapre i giochi. Zito mette la palla al centro, si avventa, Mariano Arini che spinge la sfera nel sacco. Storari non può nulla. Dopo cinque minuti di recupero termina la sfida del “Sant’Elia”. Non basta il batticuore finale dell’Avellino. Termina 2-1 per la truppa di Massimo Rastelli.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy