Calcio – Avellino: il Bologna passa al “Partenio”. Pasqua sul banco degli imputati

Calcio – Avellino: il Bologna passa al “Partenio”. Pasqua sul banco degli imputati

Dopo l’impresa del “Picco”, l’Avellino va a caccia dell’ennesima gioia stagionale. Arriva il Bologna di Delio Rossi la grande delusione, o per lo meno la grande dei playoff dopo essere stata beffata nella promozione diretta dalle provinciali Carpi e Frosinone. Mister Rastelli rinuncia a Trotta e in attacco opta per Comi. Regoli prende il posto dello squalificato Arini. Frattali in porta, Almici e Visconti sulle fasce laterali. Al centro della difesa Ely e Pisacane. Zito, Kone e Regoli a supporto di Sbaffo che stazionerà dietro gli avanti irpini. Il Bologna risponde con Da Costa, Masina, Maietta, Oikonomu e Mbaye dietro. Matuzalem, Casarini e Buchel a centrocampo, mentre Laribi agirà alle spalle di Mancosu e Sansone.
Il match – “Grinta e determinazione conquistiamo la promozione” con questo slogan la Sud e tante torce anticipa la gara. Prima occasione del match al 5′ con un destro di Sbaffo che termina a lato. Arriva il primo giallo ed è pesante. Pisacane entra male su Casarini e salterà Bologna nel return match. Gol del Bologna con Sansone al 23′. Verticalizzazione improvvisa di Laribi per l’ex Samp che a tu per tu con Frattali non fallisce l’appuntamento con il gol. Posizione al quanto dubbia dell’attaccante emiliano evidenziata in tutti i replay. L’Avellino ha accusato il colpo. Casarini dal limite prova la botta, palla alta sopra la traversa. L’Avellino al 33′ prova una sortita sulla sinistra, Zito per Visconti, cross in mezzo, Sbaffo di testa manda alto. Al 36′ Almici da fuori sfiora il pari complice una deviazione della retroguardia emiliana. Angolo. Flebile chance per Comi. Al 44′ servito da Regoli di testa non inquadra la porta di Da Costa. Dopo un minuto di recupero Avellino e Bologna vanno a riposo con gli ospiti in vantaggio.

Secondo tempo – Si entra in campo con gli stessi protagonisti. Il Bologna al terzo va alla conclusione con Laribi. Frattali in presa plastica blocca. Primo cambio per l’Avellino. Al 54′ Schiavon rileva Regoli. Azione concitata nell’area bolognese, Almici dalla destra trova Zito, Da Costa gli sbarra la strada, poi la sfera di nuovo rimbalza su Almici che crossa basso, mano galeotta di Mancosu, palla in angolo. Proteste del pubblico irpino nei confronti del direttore Pasqua. Cambio nel Bologna, fuori Mancosu, dentro Acquafresca. L’Avellino fa la partita ma non trova sbocchi. Fuori Visconti, dentro Bittante. Ultimo cambio per Rastelli. Al 77′ Trotta rileva Mokulu. Rossi risponde togliendo Sansone per Krsticic. Zito all’86’ dalla bandierina pesca Ely di testa. Palla alta sopra la traversa. Ultimo cambio nel Bologna, al 93′ Ferrari rileva Maietta. L’Avellino cerca il forcing e rimedia due calci d’angolo che non sortiscono gli effetti sperati. Dopo cinque minuti di recupero Pasqua manda tutti a casa. Il Bologna passa al “Partenio-Lombardi” e ipoteca la finale.

Tabellino

Avellino: Frattali, Almici, Visconti (72′ Bittante), Pisacane, Ely, Zito, Regoli (54′ Schiavon), Kone, Sbaffo, Comi, Mokulu (77′ Trotta)
A disp: Gomis, Fabbro, Castaldo, Vergara, Schiavon, Bittante, Angeli, Filkor, Trotta
All: Rastelli
Bologna: Da Costa, Oikonomu, Maietta (93′ Ferrari), Masina, Casarini, Laribi, Mbaye, Matuzalem, Buchel, Mancosu (63′ Acquafresca), Sansone (77′ Krsticic)
A disp: Coppola, Morleo, Krsticic, Garics, Cacia, Acquafresca, Ferrari, Ceccarelli, Improta
All: Rossi
Arbitro: Pasqua di Tivoli, assistenti: Del Giovane di Albano Laziale e De Troia di Termoli
Reti: 23′ Sansone
Ammoniti: Pisacane, Almici, Maietta
Angoli: 8 a 1 per l’Avellino
Recupero: 1′ e 5′
Note: spettatori 10000 circa con una folta rappresentanza bolognese.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy