Calciomercato: ecco perchè non può arrivare un over 23. A meno che…

Calciomercato: ecco perchè non può arrivare un over 23. A meno che…

Non arriveranno attaccanti di nome. O meglio non arriveranno calciatori dal passato valoroso, avanti negli anni e con ingaggi stratosferici fuori alla portata dell’austerity comandata dal patron. Saranno dieci giorni importanti quelli che vedranno come protagonisti Enzo De Vito e Massimiliano Taccone. A Milano l’Avellino ci salirà forse mercoledì 29 per restarci fino al 30. Il 31 si gioca di sera al Partenio-Lombardi. Arriva il Latina e la società tutta non vuole perdersi un appuntamento importante per un’altra decisiva tappa verso il sogno. Ecco perchè se qualcosa si farà, la si concluderà prima, senza attendere l’affannosa ricerca di qualche calciatore o di qualche colpo in extremis. Perchè non ce n’è bisogno. Almeno per ora e a meno di clamorosi colpi di scena. Si lavora in uscita. L’infortunio di Ladriere ha messo in stand-by la trattativa per trovare una squadra a Massimo ed Angiulli. Sul piede di partenza De Vito e Pape Dia. Non partirà Abero. Per ora l’uruguaiano voluto fortemente da Rastelli in estate non si muoverà. Perchè la sua partenza potrebbe riaprire una voragine sull’out sinistro. Cosa che l’Avellino non può permettersi. Sul fronte entrata si insegue un’altra punta. Sarà un under 23 perchè l’Avellino il bonus dei 18 over 23 è esaurito a meno che parta qualche calciatore in questa fascia di età (nei ruoli Soncin o Biancolino per intenderci). Ma per ora è ancora presto. Se ne riparlerà, forse, la prossima settimana. I tifosi seguono con attenzione. La campagna abbonamenti riaperta per ora non decolla. pausa finita fortunatamente. Si torna in campo

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy