Calcioscommesse, nei guai anche un club di serie B

Calcioscommesse, nei guai anche un club di serie B

Sono ventinove le società deferite nell’inchiesta denominata Dirty soccer sul calcio scommesse, aperta a Catanzaro ma coinvolgente numerose società sportive in tutta Italia. Le società coinvolte fanno parte dei campionati di serie B, Lega Pro, Dilettanti e campionati di Eccellenza di Campania, Calabria, Puglia e Sardegna e 52 soggetti riconducibili alle società in questione.

La formazione di serie B è il Livorno del patron Spinelli che è finita nell’inchiesta per l’incontro di campionato Livorno-Brescia del 24 gennaio 2015. Per quanto riguarda la combine, le accuse sono tutte rivolte all’ex ds dell’Aquila, Ercole Di Nicola «perché – si legge nel deferimento – venuto a conoscenza dell’alterazione del risultato della gara non provvedeva a denunciare l’illecito alla Procura Federale della Figc» e «per aver ceduto, dietro compenso in denaro, l’informazione dell’alterazione del risultato della gara a un gruppo di stranieri agevolandone così le scommesse». Deferito il club L’Aquila per responsabilità oggettiva e la società Livorno per responsabilità presunta “per l’illecito sportivo commesso a proprio vantaggio da persone a essa estranee”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy