Caso Catania: il pm Palazzi chiede retrocessione in Lega Pro e 5 punti di penalizzazione

Caso Catania: il pm Palazzi chiede retrocessione in Lega Pro e 5 punti di penalizzazione

Retrocessione in Lega Pro e 5 punti di penalizzazione per il Catania. E’ la richiesta avanzata dal pm federale, Stefano Palazzi, in applicazione dell’articolo 24 del Codice di giustizia sportiva per la fattiva collaborazione, nel processo di primo grado relativo al filone di Catania. Il tutto è ora al vaglio del Tribunale Federale Nazionale della Figc, presieduto da Sergio Artico, che dovrà valutare la congruità della sanzione. Per il patron etneo, Antonino Pulvirenti, la richiesta di patteggiamento e di 5 anni di inibizione. A carico di Pulvirenti e al club etneo pende l’accusa di responsabilità diretta per le presunte combine in sei partite dell’ultimo campionato di Serie B. “La collaborazione è sempre rarissima e per questo merita una particolare valutazione premiale”, ha spiegato Palazzi, giustificando la richiesta ridotta. Per quanto riguarda gli altri deferiti, stralciato l’agente di calciatori Michele Arbotti, mentre per l’ex ad del Catania, Pablo Cosentino e il dirigente Piero Di Luzio la richiesta di Palazzi è di 5 anni di inibizione più preclusione e tre anni di inibizione in continuazione con un’ammenda di 60 mila euro.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy