Catania: è il giorno del processo. L’Entella con un piede in B

Catania: è il giorno del processo. L’Entella con un piede in B

Comincerà a Roma, alle 10.30, in un noto albergo del centro (in viale Veneto), il processo per il tentativo di illecito, che vedrà imputato l’ex presidente etneo, Nino Pulvirenti e di conseguenza anche il Catania per responsabilità diretta. Il processo sportivo (il cui presidente sarà il giudice Sergio Artico) è molto più celere di quello penale e così prima di Ferragosto, si conoscerà la sentenza di primo grado. Dopodiché i difensori (gli avvocati Chiacchio e Lattanzi) del club etneo, procederanno alla richiesta di appello. Probabile che all’ex presidente del Catania Pulvirenti, venga inflitta una condanna a 4 o 5 anni di inibizione (possibile anche la proposta di radiazione). L’equilibrio della sentenza di primo grado per il Catania, invece, oscilla fra la retrocessione in Lega Pro con una penalizzazione (da un minimo di 5 a un massimo di 12 punti) alla sciagurata collocazione in Serie D senza penalizzazione di punti. Intanto la proprietà, ha fatto sapere di essere disponibile alle trattative per un’eventuale cessione della società. Ogni possibile richiesta, come noto, va inoltrata allo studio legale Abramo. E’ chiaro che l’eventuale cessione avverrebbe solo dopo la sentenza di Appello del processo sportivo che riguarderà oltre che l’ex presidente, soprattutto la società rossazzurra. Intanto l’Entella scalpita. Dopo il Brescia, potrebbe essere la seconda squadra ripescata dopo il fallimento conclamato del Parma.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy