Como-Avellino: ecco le probabile strategie dei due allenatori

Como-Avellino: ecco le probabile strategie dei due allenatori

Il diciannovesimo turno di B risulta essere un crocevia molto importante per Como e Avellino. I padroni di casa dovranno conquistare punti per sperare ancora nella salvezza, la squadra di Tesser ha bisogno di continuare la striscia positiva di vittorie per allontanarsi dalla zona pericolosa. Quali saranno le scelte dei due tecnici per centrare i rispettivi obiettivi? Tesser schiererà con ogni probabilità la formazione che ha vinto contro il Lanciano. Seppur recuperato Ligi il tecnico si affiderà ancora a Jidayi e Chiosa centrali. Anche le corsie saranno coperte da Nitriansky e Nica come lo scorso turno. Idem per il centrocampo con Arini, Gavazzi e D’Angelo. Gli unici dubbi per Tesser arrivano dalla trequarti in su: l’unico confermato sarà Castaldo mentre la parte alta del rombo di centrocampo potrà essere affidata a Soumarè in ballotaggio con Bastien e Insigne. Trotta e Mokulu l’altro dubbio di Tesser che propende per far iniziare il primo e a partita in corso inserire il giocatore belga.

Festa invece cambierà anche il modulo ritornando al 4-3-1-2 di inizio stagione. Davanti a Scuffet ci saranno Cassetti e Casasola centrali con Ambrosini e Marconi sulle corsie. Sulla linea mediana potrebbe anche riposare Sbaffo con centrocampo affidato a Fietta Casoli e Benedicic. Alle spalle della coppia d’attacco Ebagua-Ganz agirà Bessa con probabile ingresso in campo nella ripresa del nuovo acquisto Ghezzal.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy