Da Palermo parte la lotta alle partite truccate

Da Palermo parte la lotta alle partite truccate

Come contrastare e debellare le partite truccate. E’ questo, il primo obiettivo del protocollo d’intesa che, questa mattina e’ stato firmato in Camera di Commercio di Palermo, dal presidente Roberto Helg, dal presidente della Lega Calcio di serie B Andrea Abodi e dal rappresentante di Transparency International Italia Paolo Bertaccini. All’incontro e’ intervenuto anche il vicepresidente del Palermo calcio Guglielmo Micciche’ e la responsabile dello Sportello Legalita’ della Camera di Commercio Rosanna Montalto per un’azione congiunta contro il fenomeno delle partite truccate. Il protocollo e’ finalizzato a realizzare un rapporto di collaborazione fra le parti, per favorire, nel rispetto delle proprie competenze, la prevenzione e il contrasto della corruzione e delle altre forme di illegalita’ che colpiscono lo sport e di riflesso la societa’ nel suo insieme, contribuendo al contempo alla diffusione della cultura della legalita’ e della trasparenza e di un libero e trasparente agire dell’economia e dei mercati. In particolare, secondo quanto prevede l’art. 2 del protocollo, che ha la durata di quattro anni, le parti s’impegnano a “cooperare per l’individuazione delle modalita’ di analisi dei fenomeni relativi al rapporto fra sport e sue distorsioni e degli effetti che esse generano alla societa’, all’economia e al sistema imprenditoriale; collaborare alla individuazione e realizzazione di iniziative per la diffusione della cultura sportiva come strumento di cultura della legalita’, oltre che come valore etico e come valore economico; collaborare nell’individuazione di iniziative volte al supporto alle societa’ e associazioni sportive; cooperare per studiare i progetti volti a promuovere il ruolo sociale dello sport e la cultura del rispetto delle norme nello sport; collaborare per individuare forme di monitoraggio di tali fenomeni e dinamiche attraverso le quali misurarne gli effetti per la societa’, per l’economia e per il mercato”. “Il protocollo d’intesa della camera di commercio di Palermo, che ha gia’ una sua eccellenza per la presenza dello sportello legalita’ – dice Paolo Bertaccini di Trasparency International Italia -, con sport vuole aiutare un mondo che, in larga misura e’ sano e portatore di valori importanti, ma che oggi risulta macchiato di alcuni problemi molto seri che vanno dai casi di partite truccate fino al doping, passando per scommesse clandestine, corruzione nell’assegnazione dei grandi eventi, corruzione nella costruzione degli impianti. Problemi reali che vanno affrontati ognuno per le proprie competenze. Il protocollo di oggi costruisce la cornice per potere operare insieme. Il primo ambito in cui si operera’ sara’ quello delle partite truccate proprio perche’ e’ in corso di svolgimento un progetto europeo con sei paesi di cui anche l’Italia per attivare un approfondimento a partire anche da Palermo. Non e’ escluso che Palermo possa diventare una delle pratiche di maggiore interesse nazionale e anche a livello europeo”. “Lo sportello legalita’ della Camera di commercio non fara’ altro che ampliare ulteriormente la sua area di intervento – afferma Rosanna Montalto, coordinatrice dello sportello legalita’ della camera di commercio -. Lo sport, in questi anni si e’ anche macchiato di reati di non poco conto, inquinando anche il mercato. La Camera di commercio vuole dare il suo contributo per diffondere, invece, con iniziative specifiche, che andremo ad individuare, la cultura sportiva come cultura della diffusione della legalita’ nel senso piu’ ampio del termine. Tra le iniziative, incontreremo i club sportivi, i giovani delle scuole, perche’ e’ da queste realta’ che si deve partire. Stiamo cercando, anche, di individuare forme di assistenza a chi e’ stato avvicinato da questi fenomeni e volesse denunciare, attivando un sostegno e accompagnamento a forme di denunce assistite”. “Parte da Palermo questa iniziativa in cui c’e’ un sistema camerale piu’ avanzato sul piano della lotta alla illegalita’ – sottolinea il presidente della Camera di commercio Roberto Helg – che e’ oggi in grado di offrire un bagaglio di esperienze a tutte le altre camere di commercio italiane. E’ importante firmare un protocollo anche in chiave preventiva che vada nella logica del rispetto della legalita’ su cui noi ci battiamo da tempo e lo sport e’ una realta’ in cui bisogna intervenire come vuole fare Trasparency International”. “Noi siamo presenti come Palermo Calcio ma non c’e’ dubbio che oggi rappresentiamo tutto il mondo del calcio – aggiunge il vicepresidente del Palermo Calcio Guglielmo Micciche’ -. Il problema delle partite truccate e’ purtroppo estremamente attuale come ci raccontano le cronache giornalistiche. In Italia sappiamo che ci sono processi in corso che riguardano questo tema. Avere l’opportunita’ di stipulare un protocollo d’intesa che metta un po’ le squadre di calcio a riparo da tentazioni che qualche giocatore potrebbe avere e’ molto importante. Proprio per questo, abbiamo aderito con grande entusiasmo come Lega di serie B, perche’ il Palermo e’ in serie B, ma speriamo che questo accordo possa essere fatto anche dalla Lega di serie A dove speriamo che, anche Palermo possa rientrare presto”

FONTE (www.redattoresociale.it)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy