Flegetonte e l’Avellino: il fuoco brucia la passione

Flegetonte e l’Avellino: il fuoco brucia la passione

C ‘è una sorta di attesa dopo la tempesta in questi caldi giorni estivi nel panorama calcistico italiano. Sia ben chiaro. Nulla a che vedere con Flegetonte il fiume di lava bollente che qualche visionario ha voluto paragonare alla situazione meteo. Sarà il terremoto calcistico giudiziario che per l’ ennesima volta, irrompe a gamba tesa sul mercato sulla programmazione delle società ma soprattutto sull’organizzazione dei campionati. Tra scandali, fallimento e crisi finanziaria di tantissimi club non si riesce a trarre un ragno dal buco; pare probabile uno slittamento dei campionati anche per far chiarezza e quanto meno arrivare ad un giudizio che seppur parziale dia la parvenza di regolarità ai campionati. In questo contesto si inserisce il discorso Avellino: attento e parsimonioso che non fa la gioia dei tifosi ma che ai nastri di partenza sicuramente non si farà trovare impreparato conoscendo le ormai consolidate doti del duo Taccone-De Vito.
L’articolo è nella rubrica L’Angolo del Colonnello a firma di Antonio Colella
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy