Gavazzi rinuncia alla A e segue Tesser: l’Avellino sorride

Gavazzi rinuncia alla A e segue Tesser: l’Avellino sorride

Come si fa a dire di no all’allenatore che lo ha fatto tornare grande? Davide Gavazzi ha già scelto. Ha scelto Avellino. Per ritornare al fianco di Attilio Tesser e, perchè no, cercare di costruire qualcosa di importante. La Samp lo girerà in prestito all’Avellino. Ma alla società biancoverde verrà concessa l’opzione del riscatto a fine stagione. Riscatto fissato a 300mila euro. Per quest’anno, la concessione sarà gratuita. La società irpina dovrà pagare solo l’ingaggio (il 30% a carico dei blucerchiati). Gavazzi ha scelto l’Irpinia. Il 29enne di Sondrio è una mezz’ala pura. Di adatta a pieno al 4-3-1-2 di Tesser e all’occorrenza può giocare anche da esterno di difesa nel modulo a quattro. E’ un destro puro e ha detto no al Carpi. Avrà pensato: meglio una B e tentare di vincerla che una A con sofferenza e con un pronostico già quasi scritto. Dovrebbe essere annunciato lunedì Davide Gavazzi. L’Avellino mette un tassello pesante sulla mediana. Tesser sorride. E’ stato accontentato

La carriera – FONTE WIKIPEDIA

Giovanili e le esperienze in Serie D

Cresciuto nelle giovanili del Morbegno a 15 anni si trasferisce a Milano per giocare nella giovanili del Milan dove rimane per due stagioni; dopo l’esperienza in rossonero nel 2003decide di trasferirsi al Lecco.

La stagione successiva passa al Como, nel quale gioca per la sua prima stagione solamente nella formazione Juniores.

Dalla Stagione 2005-2006 viene inserito in prima squadra, con i lariani gioca in due stagioni 31 partite di Serie D mettendo a segno 1 gol.

L’estate 2007 si trasferisce in Lombardia per giocare nel Renate con cui disputa altri due campionati dilettanti giocando in totale 40 partite e mettendo a segno 8 gol.

Vicenza

Nella stagione 2009-2010 fa un triplo salto in avanti andando a giocare nel Vicenza in Serie B.

L’esordio con la maglia dei Biancorossi avviene il 9 agosto 2009 nella partita di Coppa Italia Vicenza-Cremonese 1-2. L’esordio invece in Serie B si avvera alla 1ª giornata di Campionato nel match Albinoleffe-Vicenza 2-2.

La sua prima stagione in biancorosso si conclude con 38 presenze e 4 gol in Campionato, rispettivamente a Mantova, Frosinone, Ascoli e Salernitana.

Nella stagione successiva viene continuato ad essere considerato una pedina importante per lo scacchiere dei Lanerossi, infatti gioca altre 32 partite di B e 3 di Coppa Italia.

Rimane con i Berici anche per disputare la Serie B 2011-2012 dove Davide gioca 33 partite mettendo a segno 2 gol (Sampdoria e Bari); disputa anche i play-out retrocessione e una partita di Coppa Italia.

Il 7 settembre 2012, nell’ambito dell’operazione che porta Laczkó, Padalino e Semioli al Vicenza, viene ceduto l’intero cartellino del giocatore alla Sampdoria che però lo lascia ancora una stagione in prestito alla squadra veneta.[2]

Il 22 settembre segna, con un delicato pallonetto che supera il portiere avversario Arcari, il gol del definitivo pareggio nella gara Vicenza-Brescia 2-2.

Il 3 novembre durante la partita Vicenza-Lanciano 0-1 si infortuna gravemente causandosi una parziale rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio destro.

Sampdoria e il doppio prestito alla Ternana

Il 17 gennaio 2013 la Samp comunica di aver risolto consensualmente con il Vicenza l’accordo di prestito di Davide; così facendo il calciatore si trasferisce a Genova per completare l’ultima parte del suo recupero dall’infortunio che lo costringerà lontano dai campi fino al termine della stagione. Il 19 febbraio 2013 si reca per la prima volta al Centro Sportivo Gloriano Mugnaini per essere sottoposto alle cure riabilitative per il ginocchio destro.

Compie il suo esordio in Serie A e nelle file dei blucerchiati il 21 settembre 2013 a Trieste, venendo schierato da mister Delio Rossi nella formazione titolare che pareggia 2 a 2 contro il Cagliari.

Il 21 gennaio 2014 la Samp comunica di aver ceduto a titolo temporaneo alla Ternana i diritti sportivi del calciatore. Quattro giorni dopo, in Carpi-Ternana 1-2, Davide gioca dal primo minuto la sua prima partita con la maglia delle Fere. Conclude la sua metà stagione in Umbria con 21 presenze e 1 gol (realizzato contro il Novara).

Il 22 agosto 2014 la Sampdoria rinnova il prestito di Davide a Terni anche per la stagione 2014-2015. Dopo una buona stagione terminata 41 presenze e due reti, contribuendo alla salvezza della squadra umbria, fa ritorno in Liguria.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy