Trotta va in A, il Milan spinge per un ritorno

Trotta va in A, il Milan spinge per un ritorno

Commenta per primo!

La trattativa per la cessione di Trotta già a gennaio entra nel vivo. E allora meglio partire in anticipo per trovare un sostituto degno. Taccone già si è mosso e, a dire il vero, nelle prossime ore potrebbe esserci anche un clamoroso incontro tra le parti. Il rientro di Gigi Castaldo tra due settimane a Trapani impone alla dirigenza e al tecnico una riflessione ovvia. Meglio cercare qualcuno che conosce l’ambiente. E chi meglio di lui. Il suo nome è Gianmario Comi, scuola Milan, la stagione scorsa in biancoverde: 33 presenze e 6 gol, quasi tutti pesanti. In estate è tornato a casa Milan per essere girato poi a Livorno. Ma con Panucci non ha legato. Questione di feeling: poco a dire il vero. Solo 4 presenze e un destino beffardo. un solo gol, su rigore, proprio all’Avellino. Ma Gianmario Comi vuole cambiare aria. Lo ha detto già al procuratore che ha già fatto un sondaggio al Milan. Alla società di via Turati si sarebbe fatto espressamente il nome dell’Avellino. E Taccone non avrebbe detto di no. Anzi. Con la partenza quasi certa di Marcello Trotta, serve un attaccante che conosca, appunto già la piazza e che non alteri gli equilibri dello spogliatoio (da sempre la filosofia di Taccone è stata questa). Ed ecco che a sorpresa, in settimana, le parti potrebbero già incontrarsi. Comi verrebbe girato in prestito con opzione, però, di riscatto a favore dell’Avellino. Si può passare. E’ un ritorno al futuro? Forse si. Il mercato, a quanto pare, è già cominciato. E l’Avellino non vuole farsi trovare impreparato anche alla luce di quelle che potranno essere le manovre più importanti specie se, almeno nelle intenzioni, si dovrà spendere bene il tesoretto che deriverà dalla cessione di Marcello Trotta nella massima serie.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy