Giocare per la squadra: ecco perchè Trotta andrà in panca

Giocare per la squadra: ecco perchè Trotta andrà in panca

di Redazione Sport Avellino

Cinque gol in 11 gare ufficiali (comprese quelle di Coppa Italia) per un totale di 944 minuti. Un gol 189 minuti: 3 in campionato, 2 in Coppa. Sono i  numeri di Marcello Trotta, l’ariete casertano tanto richiesto da Zamparini a Palermo. Poteva andare via a giugno ma Taccone l’ha trattenuto a forza. la finestra del mercato invernale si aprirà a breve e farà un freddo cane. Il patron è stato chiaro: le offerte ci sono ma non se ne parla. Chi lo vuole, potrà cominciare a parlarne a campionato chiuso. Di contro ha parlato anche il suo agente Martino Scibilia che proprio sabato scorso, ad Extratime, su SportChannel, ha confermato. “Offerte concrete per ora nessuna. Trotta deve pensare a far gol e all’Avellino”. La prova scialba di La Spezia ha confermato per certi versi quelle che sono le indiscrezioni della vigilia. Trotta, contro l’Ascoli, andrà in panchina. Tesser gli preferirà Tavano che a differenza del compagno di reparto è meno egoista e più altruista. Tavano gioca più da squadra, cerca di più i compagni, regala qualche assist in più. A differenza di Trotta che in questo inizio campionato ha pensato molto probabilmente più a se stesso che ai suoi compagni. Non è una punizione per Trotta ma una riflessione a cui molto probabilmente è arrivato anche Tesser. Oggi l’Avellino deve pensare a conquistare punti per allontanarsi dalle zone pericolose della classifica. Serve giocare da squadra. Gli individualismi non servono. Almeno ora. Almeno in questo momento difficile.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy