I retroscena del mancato saluto: non tutti erano d’accordo

I retroscena del mancato saluto: non tutti erano d’accordo

Non tutti erano d’accordo ma ha vinto la maggioranza. Quello che è accaduto ieri pomeriggio dopo la vittoria contro il Cittadella conferma che buona parte della squadra in campo ed in panchina voleva andare a salutare tutto lo stadio (e non solo la Curva) dopo la vittoria. Ma alla fine ha vinto la “vecchia guardia” capitanata proprio da Ciccio Millesi che, a prescindere, era ed è ancora il capitano dell’Avellino. Su di lui sono piovuti i fischi alla fine del primo tempo, ed è stato lui a zittire il pubblico con un gesto che lascia il tempo che trova. Quello che più sorprende è che alla fine, quasi inconsciamente, tutti hanno deciso di prendere la via degli spogliatoi. Ma il malessere all’interno della squadra c’era già a fine primo tempo. E’ lì che è stata presa la decisione di non salutare la squadra. Ma è da lì che è partita la reazione per portare a casa la vittoria. Il presidente Taccone per ora ha scelto la strada del silenzio. Ma martedì terrà a rapporto la squadra alla ripresa della preparazione ed attuerà le contromosse. Quasi sicura una conferenza stampa per spiegare le ragioni. I tifosi, non solo quelli della Curva Sud, restano fermi sulle proprie posizioni. Non hanno mai chiesto vittorie, ma attaccamento alla maglia.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy