Il grido di Rastelli: “Uniti si vince. E’ tempo di ricompattarci tutti”

Il grido di Rastelli: “Uniti si vince. E’ tempo di ricompattarci tutti”

E’ il giorno dell’adunata. Massimo Rastelli vuole fare quadrato e ricompattare l’ambiente. E’ proprio il tecnico dei lupi ad intervenire in sala stampa. “Penso sia necessario tutto l’ambiente. Affinché tutte le componenti raggiungo un grande obiettivo. Dopo la gara di Varese esasperati. Un tifoso in tribuna mi ha detto mister ci hai preso in giro, una frase che mi ha turbato. Nessuno ha voluto prendere in giro nessuno. Ci siamo illusi convinti di raggiungere la Serie A diretta. Non c’è stata nessuna volontà. Siamo giunti al termine della terza stagione di un progetto portato avanti da persone serie. Abbiamo fatto esperienze e allo stesso tempo di commettere degli errori. Abbiamo portato in alto il nome di Avellino. Chiedo a tutti di sotterrare l’ascia di guerra. E’ tempo di far sentire il calore a questi ragazzi, questo, ci permetterà di spingere per difendere il vantaggio sul Livorno. Qualche settimana fa mi ha scritto Massimiliano Taccone ‘Uniti si vince’. In riferimento alla conferenza di sabato voglio fare chiarezza. Io non ho mai detto che i play off non sono indispensabili. Prima di Vicenza ho soffermato che questa squadra avrebbe potuto lottare per il secondo posto. Ho cercato di sgravare i miei giocatori. Fin qui tutti gli obiettivi sono stati centrati. Noi daremo tutto per il raggiungimento dei play off. Contro il Pescara i ragazzi hanno tirato fuori capacità che nemmeno loro sapevano di possedere. Il mio intervento serve per ricompattare il tutto. A fine del campionato tireremo le somme”. La chiosa si sofferma sul sfida contro il Bologna: “In queste tre gare dobbiamo cercare di fare più punti possibili. Mi auguro la vittoria di domenica ci ridia quella convinzione di poter entrare nei play off, magari, raggiungendo la posizione migliore. Nelle ultime gare dobbiamo fare quanti più punti possibili”. La squadra è ricarica? “Siamo apre un campionato nel campionato. Queste tre gare ci permetteranno di tornare prepotentemente nei play off. Ora serve la continuità di risultati. Non sarà semplice. Ci sono due squadre, Bologna e Trapani, desiderose di fare punti. Il Brescia sarà una grossa incognita. Il timore di non raggiungere gli obiettivi pesa come un macigno sulla nostra testa. Non sono pressioni esterne”. L’arrivo di Delio Rossi sullo scanno dei felsinei: “Il Bologna ha ingaggiato il miglior tecnico del panorama. Sarà un vero rebus. Le assenze? Già so come sostituire gli assenti”. Come vive le critiche e il difendere la squadra: “Lo faccio per cognizione di causa e non per partito preso. Sono tre anni che vivo qui e condivido una programmazione della società. So quanta serietà, passione e quantità di lavoro alle spalle di tutto. Credo sia giusto difendere il nostro lavoro. Le critiche fanno parte del mestiere, non credo che da altre parti mi tirino i fiori. Sto dando il massimo. Di più non posso darvi”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy