Jidayi si presenta: “Avellino non ti deluderò, ora penso solo a lavorare”

Jidayi si presenta: “Avellino non ti deluderò, ora penso solo a lavorare”

L’Avellino riprenderà i lavori in vista della sfida contro la Casertana questa mattina. Prima della seduta di allenamento si è presentato alla stampa l’ultimo acquisto dei lupi, William Jiday. “Avellino mi ha fatto una grande impressioni. La trattativa per arrivare qui è stata fatta in maniera imminente, si è chiusa subito”. Sul gruppo: “Alcuni calciatori in rosa già ho avuto modo di conoscerli. Il mister, invece, in qualche modo già lo avevo conosciuto. Voglio ringraziare la società della grande accoglienza che mi ha riservato”. Jiday ha avuto modo di vedere la gara contro il Lanciano dagli spalti del “Guido Biondi”, insieme ad Enzo de Vito. “Ho visto una squadra forte fisicamente. E’ pur vero che siamo alle prime battute iniziali. Con il tempo arriverà lo stato di forma eccellente. Ora dobbiamo fare i conti con i carichi di lavoro. A Lanciano ho visto una squadra tonica. I gol sono arrivati su azioni ben costruite. Tutto arriverà con il tempo e con il lavoro”. Domenica l’Avellino scenderà in campo contro la Caserta, secondo turno di Coppa Italia, Jiday già lo scorso anno ha avuto modo di affrontarla. “Domenica ci aspetta una sfida importante. Nonostante il caldo ed i carichi di lavoro abbiamo il dovere di fare bene. La Casertana è una squadra tignosa, ho già avuto, modo di affrontarla nella passata stagione. Siamo ben consapevoli che scenderanno in campo per dare quel qualcosina in più. E’ normale quando una squadra di categoria differente ne affronta una superiore vuole dare il massimo”. Sul ruolo: “Il mister sa che giocatore sono. Ora come ora preferisco dimostrarlo sul campo. Sul possibile mio impiego nello schema il mister farà le dovute valutazioni”. Possibile impiego contro i falchetti: “Con domenica finisce il mio primo ciclo di lavoro. Attualmente ho lavorato da solo, il che è ben diverso, da allenarmi con la squadra. Il mio obiettivo, primario per ora, è di mettermi alla pari con la squadra”. In conclusione la scelta del numero 25: “Sono arrivato per ultimo non c’era grande scelta. La scelta del venticinque? Probabilmente perchè passo tutti i natali qui, sorride ndr. Spero di non essere un “pacco di Natale”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy