La nuova regola del mercato di A che potrebbe portare Ely a giocare in cadetteria

La nuova regola del mercato di A che potrebbe portare Ely a giocare in cadetteria

Il quattro gennaio aprirà anche il mercato di riparazione della massima serie. Da quest’anno per la serie A vige una nuova regola che limita il numero di giocatori in rosa. Le squadre possono iscrivere nelle proprie liste 25 giocatori di cui 8 cresciuti in una squadra italiana. I giocatori esclusi da questa lista non potranno scendere in campo. Al momento solo quattro squadre risultano non avere posti a disposizione con le rose piene e quindi costrette a vendere. Tra di loro anche il Frosinone che se vuole il cartellino di Trotta dovrà cedere qualcuno. Una squadra che ha deciso di vendere e liberare posizioni importanti per regalare qualche nuovo volto alla propria rosa, pur avendo ancora qualche spazio libero, è il Milan. L’inserimento di Boateng è stato liberato dalla cessione di Suso al Genoa ma Galliani è pronto a liberare posti in ogni reparto. I maggiori indiziati alla partenza del reparto arretrato sono Zapata e Mexes con il Milan intenzionato a liberare due posti dalla lista dei giocatori impegnati in difesa. I due difensori rossoneri sembra non vogliano lasciare Milano e quindi la novità riguarda Rodrigo Ely. Nelle ultime settimane la dirigenza rossonera avrebbe pensato di riportare il giocatore in B dove tanto bene aveva fatto con l’Avellino. Avellino che accoglierebbe a braccia aperte il difensore centrale ma Galliani sta pensando di cedere il giovane classe 93 in serie B al Cesena. Il motivo è presto spiegato: Ely sarebbe la contropartita tecnica per mettere le mani sul nuovo gioiello dei bianconeri Stefano Sensi, cercato da mezza serie A. Ely dunque probabilmente lascerà la sponda rossonera in prestito ma non arriverà ad Avellino, sempre che Galliani non trovi altre contropartite tecniche per giungere a Sensi e voglia lo stesso liberare qualche posto nella rosa, consentendo ad Ely una nuova esperienza di formazione in cadetteria. Al momento il sentore è che l’amministratore delegato rossonero si privi del giocatore solo per giungere a una contropartita di spessore e solo fino a giugno.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy