L’attesa sta per finire: Taccone libera Rastelli

L’attesa sta per finire: Taccone libera Rastelli

Il braccio di ferro che dura ormai da due giorni sta per finire. Taccone batterà cassa. E libererà Rastelli. Al Cagliari solo il tecnico e lo staff. Niente contropartite di calciatori. Nè Togni, nè Arini. Solo il tecnico del miracolo “Avellino, il preparatore Dei, quello atletico Esposito ed il secondo Rossi. Giulini pochi istanti fa, tramite il diesse Capozucca, ha contattato Massimiliano Taccone. Duecentomila euro sull’unghia per liberare il mister. Ma tutto dovrà concludersi entro stanotte. Il tecnico ed il suo staff attendono solo la chiamata per porre la firma sul contratto di rescissione. Ed hanno già comunicato che sono disposti a far rientrare nell’operazione anche la rinunzia a due mesi di stipendio per il tecnico ed uno per i collaboratori. La telenovela si chiude. Senza nessuna conferenza stampa del mister che, molto probabilmente, consegnerà alla stampa una lettera di addio. La conferenza stampa di oggi, poi annullata per il mancato accordo, non si ripeterà. L’Avellino monetizza. Si abbassa il sipario nel peggiore dei modi. Situazione gestita male dal tecnico che poteva trovare strade più soft per la trattativa. Ma il rischio di restare fermo per una stagione è scongiurato. Anche l’Avellino ha fatto i suoi conti. Tenere Rastelli ed il suo staff fermi fino alla naturale scadenza costa più di 300mila netti, quasi 500mila lordi. Troppo per una società che mette in cima alla lista delle priorità il proprio bilancio. Giù il sipario su Rastelli. Lascia l’Avellino tra le polemiche. Per Cagliari. Una piazza che ambisce alla A. Proprio come l’Avellino

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy