L’Avellino e gli errori arbitrali: prevenire è meglio che curare…

L’Avellino e gli errori arbitrali: prevenire è meglio che curare…

Tre punti importantissimi per l’Avellino a Como che conferma il momento magico con tre vittorie consecutive. Unica nota stonata del Sinigaglia che ha fatto infuriare i tifosi biancoverdi è stata però la direzione di gara alquanto incomprensibile in diverse occasioni. Il Como ha giocato una partita dura, mettendola sul piano fisico con diversi falli su Mokulu, Castaldo e D’Angelo su tutti, con l’arbitro La Penna che si è limitato ad estrarre solo tre cartellini gialli per i lariani. Ma gli espisodi clamorosi che hanno fatto scatenare l’ira biancoverde sono stati i penalty non concessi per due interventi clamorosi su Bastien e Nica, quest’ultimo addirittura ammonito dopo aver subito una spinta in area. Se fosse arrivato il gol del Como sui due miracoli di Frattali quando avrebbero inciso questi errori? Ma soprattutto, quanto hanno inciso sul cammino biancoverde gli errori a discapito dell’Avellino da inizio anno? Senza contare che i biancoverdi pur essendo una squadra votata all’attacco, con una media gol impressionante e dunque una presenza stabile nell’area di rigore avversaria, sono l’unica squadra di B a non aver avuto rigori a favore. Coincidenze? Non lo sono sicuramente gli errori iniziati dalla prima giornata di campionato con il gol non regolare di Gabionetta sul cross di Sciaudone uscito a fondo campo. Fu solo il primo di una serie di sviste che hanno fatto perdere all’Avellino punti preziosissimi. Cagliari, Novara e le incredibili sviste di Livorno sono solo alcuni degli errori che si aggiungono ai tanti falli subiti in area avversaria dai giocatori biancoverdi e mai fischiati. C’è qualcosa che non va ed è arrivato il momento di farlo notare. Ci sono state sviste a favore dell’Avellino? Mettiamo tutto in un report e vedremo che la bilancia penderà in modo inesorabile dalla parte dello svantaggio per la squadra biancoverde. Farsi sentire adesso mostrando il maltolto sarebbe una giusta strategia per evitare la cura quando si può prevenire di perdere altri punti per colpa di errori arbitrali. Non ritrovarsi dove spetta al termine del campionato per colpa di qualche fischio in meno o in più sarebbe un rimpianto troppo alto per non aver fatto nulla quando si poteva.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy