L’Avellino urla: gli orrori arbitrali, gara per gara

L’Avellino urla: gli orrori arbitrali, gara per gara

Commenta per primo!

Avanti un altro.  Un altro errore decisivo. Madornale. Di quelli che fanno gridare allo scandalo. Perchè? E’ da due anni che gira sempre contro la ruota. Da quando l’Avellino è in serie B. Con Rastelli prima, adesso con Tesser. Fare le vittime non serve, è vero. Ma passare per stupidi no. Si dice che in una stagione i torti arbitrali si compensano. E’ una legge dei grandi numeri. Ma per le altre, forse. Non per l’Avellino. Andiamo per ordine, quindi. E ripercorriamo questo inizio penalizzante sotto il punto di vista dei torti arbitrali

SALERNITANA-AVELLINO 3-1 ARBITRO DANIELE CHIFFI DI PADOVA

Nella gara di esordio il primo gol della Salernitana di Gabionetta non è da convalidare perchè Sciaudone rimette il pallone in gioco quando ha già oltrepassato la linea di fondo.

CAGLIARI-AVELLINO 2-1 ARBITRO BARACANI DI FIRENZE

Il gol del vantaggio di Sau è da annullare. L’attaccante cagliaritano è in posizione di off-side.

AVELLINO-NOVARA 0-0 ARBITRO: MARTINELLI DI ROMA

Trotta sblocca la partita. Ma l’arbitro annulla per un fuorigioco che non c’è

AVELLINO-VICENZA 1-4 ARBITRO: FRANCESCO PAOLO SAIA DI PALERMO

I veneti passano in vantaggio per un rigore molto, ma molto dubbio, fischiato dal direttore di gara per un contatto spalla e spalla tra Giron e Gatto. I due, poi, cadono in area. Il direttore di gara è inflessibile. Rigore e vantaggio per i biancorossi.

LIVORNO-AVELLINO 1-1 ARBITRO: DANIELE MINELLI DI VARESE

Biraschi si oppone di petto ad una conclusione di Pasquato. Petto pieno, braccia all’indietro attaccate al corpo. La sfera non tocca minimamente gli arti del difensore biancoverde. Direttore di gara convinto. Rigore, giallo per il difensore, già ammonito tra l’altro, ed espulsione. Il Livorno pareggia.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy