L’Avellino non vince più: anche Tesser ha le sue colpe

L’Avellino non vince più: anche Tesser ha le sue colpe

di Redazione Sport Avellino

Joao Silva, tanto osannato da Taccone anche in settimana, ha collezionato pochi minuti contro il Cagliari. Poi solo panchina. Migliorini, pagato a peso d’oro alla Juve Stabia, non ha convinto Tesser. Una partita da titolare, due soli spezzoni ed oggi la conferma: il tecnico gli ha preferito Jidayi al centro della difesa. Due “pezzi grossi” del mercato di gennaio che finiscono puntualmente in panchina. Campagna acquisti sbagliata? Davvero Joao, come dice Taccone, è forte quanto Trotta? E se si, perchè Tesser non lo manda in mischia dall’inizio anche quando l’Avellino è in mezza emergenza? L’Avellino non vince più dal derby contro la Salernitana. Da quel gol d’addio di Marcello Trotta, due sconfitte e due pareggi. Ma sembra esser scomparso anche il coraggio di osare di Attilio Tesser. Spregiudicato fino a qualche settimana fa, adesso rischia di accontentarsi di un pareggio a Vicenza, contro una squadra che ai più è apparsa tra le più deboli affrontate fino ad ora. La corsa play-off si rallenta notevolmente. L’Avellino comincia a perdere colpi. Ma senza attaccanti che pungono si diventa normali. Normalissimi

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy