Ligi mette in guardia i suoi: “Contro il Cagliari ci vuole grande concentrazione”

Ligi mette in guardia i suoi: “Contro il Cagliari ci vuole grande concentrazione”

Commenta per primo!

Pian piano si avvicina un nuovo appuntamento per l’Avellino ed è uno di quei match che non si possono non considerare come importanti, lungo il cammino che sta percorrendo la formazione allenata da Attilio Tesser. Un turno che vedrà la squadra irpina giocare in trasferta dopo aver “affondato” il Modena tra le mura amiche. La squadra irpina arriverà a questa gara con il morale altissimo e con la voglia di andare a centrare l’ennesimo buon risultato, supportato da una grande prestazione. Il successo rimediato contro gli emiliani ha dato nuova verve ai biancoverdi. Al termine della seduta di allenamento di questo pomeriggio, a parlare per il gruppo in biancoverdi, è stato Alessandro Ligi. “Cerco solo di ascoltare quello che mi dice l’allenatore – spiega il difensore – Sono i risultati a dire il tutto. A Salerno abbiamo giocato al massimo. Entrambe volevano portare a casa il risultato. Loro sono stati bravi ad essere più cinici. Ma se riavvolgiamo il nastro noi abbiamo creato. Abbiamo giocato molto meglio nel derby che sabato con il Modena. Questa sta a dimostrare che il calcio non è una matematica perfetta. Siamo stati bravi a sfruttare le occasione ma allo stesso tempo a dare il massimo con i cambi. Nonostante la prestazione ci portiamo a casa i tre punti. Dimostrando di essere un grande organico. Stiamo lavorando per migliorare, è normale siamo agli inizi. Il calcio è così”. L’intesa tra i quattro di difesa: “Secondo me la fase difensiva non riguarda solo noi difensori. E’ tutta la squadra a determinare la gara. Non riguarda il singolo ma il gruppo. In queste due gare si sono visti troppe errori, a differenza di un buon pre campionato”. Attaccanti differenti tra Modena e Cagliari: “Hanno un pacchetto offensivo di qualità. Il Cagliari? E’ una squadra per vincere il campionato. Per quanto riguardo, si sono un difensore alto e longilineo, noi dobbiamo essere uniti e compatti a giocare a stretti, per evitare, di fronteggiare gli avversario uomo contro uomo. Siamo consapevoli della loro forza. Alzeremo la guardia, ancora di più, di quanto fatto con il Modena”. Difesa a tre: “Abbiamo provato qualcosa, ma non penso sia nei pensieri del mister. Non credo che una gara interpretata male possa far cambiare i piani del mister. Alcune situazione dovremmo essere più aggressivi”. Arriva il girone infernale: “Non facciamo pronostici. Ogni partita fa storia a sè. Cinque punti in tre gare? Valuta il mister, non noi”. Match da amarcord per un nuovo elemento: “Ho avvertito una grande tranquillità. Nessun dente avvelenato. E’ un match importante contro una squadra costruita per vincere. L’importanza è questa non perchè al Cagliari c’è Rastelli. Non ho visto apprensione perchè c’è il “nemico” dall’altra sponda”.  Motivazione: “Preparare alcune partite, può essere più semplice, ma non è in dubbio l’impegno. Sia la prima o una neo promossa o l’ultima in classifica. E’ la gara a darti le motivazioni giuste. Anche questa partita può esserlo”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy