Livorno chiama Cagliari risponde: è già fuga?

Livorno chiama Cagliari risponde: è già fuga?

Commenta per primo!

Livorno chiama, Cagliari risponde. Se ieri i granata avevano conquistato a Terni il quarto successo in altrettanti match, consolidando così il primato in classifica, i sardi si riportano immediatamente sotto, a quota 10, battendo l’Entella con ben due calci di rigore. Nell’anticipo di ieri, il Livorno serve il poker, espugnando il terreno della Ternana per 3-2. Maicon e compagni rimontano addirittura due reti: gli umbri, dopo 23′, si ritrovano sul 2-0 con le reti di Gonzalez (5) e Belloni (23′), i toscani riescono ad accorciare prima dell’intervallo con Aramu (39′), poi nella ripresa pareggiano i conti con Vantaggiato (2′) e, a 4′ dal novantesimo, completano il sorpasso con il 3-2 di Pasquato. Affatto semplice anche il successo esterno del Cagliari, che passa 3-1 a Chiavari contro la Virtus Entella. Liguri avanti dopo un solo minuto con Costa Ferreira, gli isolani sprecano una chance con Joao Pedro, che poi si vede annullare anche un gol, prima di pareggiare su rigore, al 32′, con Giannetti. Nella ripresa, Cagliari avanti grazie ad un altro penalty, stavolta di Farias, con i locali che restano in dieci per l’espulsione di Volpe. E sempre Farias, sugli sviluppi di un contropiede, realizza nel recupero il 3-1 che fissa lo score. Il Cesena liquida 2-0 il Modena e si conferma la terza forza tra i cadetti. I romagnoli rompono il ghiaccio al 17′ con Perico, gli emiliani perdono Granoche per infortunio e i locali, al 24′ della ripresa, raddoppiano con Cascione. Vittoria di misura dello Spezia, che si impone 1-0 sul Perugia grazie alla rete di Brasovec al 36′. Più rotonda l’affermazione del Crotone, che mette al tappeto il Bari per 4-1. I calabresi hanno un super approccio: Tounkara (2′) e una gran conclusione di Stoian (21′) mettono alle corde un Bari che, al 26′, riapre il match siglando il 2-1. Episodio decisivo al 15′ della ripresa: fallo da rigore ed espulsione di Contini, Salzano non perdona dal dischetto realizzando il 3-1. Il Bari non si arrende ma, al 30′, Budimir firma il 4-1 che fa scorrere in anticipo i titoli di coda. Pari e patta, con tante emozioni, tra Pescara e Salernitana, che chiudono sull’1-1. Valoti apre le danze al 19′, l’ex Schiavi rimedia il secondo giallo a fine primo tempo, lasciando i campani in dieci. Nonostante ciò, al 15′ gli ospiti impattano con una punizione di Gabionetta, al quarto centro stagionale. Primo successo in campionato per il Brescia, che batte la Pro Vercelli per 2-0. Lombardi avanti al 2′ con Morosini, Embalo al 15′ della ripresa arrotonda. Grazie ad un gol di Acosty dopo soli 4′, il Latina supera l’Ascoli per 1-0 e porta a casa tre punti pesanti. Pareggi senza reti tra Como e Trapani, Avellino e Novara e Lanciano e Vicenza (tra i biancorossi, Gagliardini finisce

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy