#LivornoAvellino, il pagellone dei lupi

#LivornoAvellino, il pagellone dei lupi

Col cuore. Contro tutto e contro tutti. Bentornato, Avellino.

I lupi passano in vantaggio e giocano un buon primo tempo senza concedere nulla agli avversari. Poi nella ripresa l’arbitro assegna un rigore inesistente alla squadra di Panucci ed espelle ingiustamente Biraschi. Con le unghia e con i denti, però, i Lupi resistono per quaranta minuti in dieci uomini, provando persino a vincerla. Finisce 1-1, ma riecco i lupi. Ripartiamo da qui, avanti Avellino.

Frattali 6,5: intuisce il rigore di Comi, ma non riesce a neutralizzarlo. Per il resto, quando viene chiamato in causa è bravissimo a dire di no.

Biraschi 5,5: schierato fuori ruolo per necessità, va spesso in difficoltà. Poi l’inspiegabile secondo giallo, per un mani inesistente: rigore ed espulsione. Il povero Biraschi però nell’occasione non ha colpe.

Rea 6: non sarà bello a vedersi, ma è efficace nelle chiusure e in marcatura, dove usa tutta la sua esperienza. Il suo rientro è una buona notizia per Tesser.

Ligi 6: come il compagno di reparto chiude bene sugli avanti toscani. Inscena un bel duello con Comi da cui esce a testa alta.

Visconti 5,5: dalle sue parti Moscati fa il bello e il cattivo tempo. Troppe difficoltà: dove è finito l’ottimo Visconti dello scorso anno?

D’Angelo 6: non è al top della forma, ma il suo rientro pesa negli equilibri della squadra. Lotta su tutti i palloni e infonde coraggio ai suoi. Bello e spigoloso il duello con Biagianti.

Jidayi 6,5: concentrato e ordinato. Fa un grande filtro in mezzo al campo e dimostra ancora una volta di meritare la maglia da titolare. Sfiora il gol vittoria nel recupero.

Arini 6: come i suoi compagni di reparto, lotta con grinta su tutti i palloni. Nel primo tempo soffre anche lui Moscati, nella ripresa cresce e trova la forza anche per qualche sortita offensiva.

Insigne 5,5: restituito al ruolo di trequartista, non riesce ad incidere. Al 45′ perde palla e si fa ammonire ingenuamente. Nella stessa occasione si fa male ed esce dal campo.

(dal 46′ Soumarè s.v.: entra fresco e voglioso di farsi vedere. Le circostanze sfavorevoli lo costringono però ad uscire dopo soli dieci minuti di gioco).

(dal 54′ Nitriansky 6: entra per ristabilire gli equilibri difensivi dopo il rosso a Biraschi. Ancora un po’ impacciato ma dà qualche segnale di ripresa. Buona la chiusura su Comi al 72′).

Tavano 6: parte in sordina, fischiato dai suoi ex tifosi. Si accende su un lancio dalle retrovie: bravo a temporeggiare e a servire un assist al bacio per l’accorrente Trotta. Nella ripresa cala ma ha dato segnali di crescita. (dal 75′ Giron 6: entra per difendere il risultato. Si piazza largo a sinistra, dando il suo contributo).

Trotta 6,5: ha gran voglia di fare e si vede da subito. Ha il piede caldo e sull’assist di Tavano non sbaglia buca di destro Pinsoglio. Il bomber è tornato: avanti così!

All. Tesser 6,5: il ritorno al 4-3-1-2 con i tre mediani è azzeccato, visto che ostacola il fraseggio amaranto. Il rosso a Biraschi, poi, gli scombina i piani. Sul cambio di Soumarè non poteva fare altrimenti per evitare di schiacciare troppo indietro la squadra. Senza gli errori arbitrali avrebbe probabilmente portato a casa i tre punti. Si è comunque rivisto un Avellino combattivo e determinato.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy