Il lupo l’è semper il lupo, l’Avellino Club Milano pronto alla “trasferta” in casa: “Sempre vicini ai nostri colori”

Il lupo l’è semper il lupo, l’Avellino Club Milano pronto alla “trasferta” in casa: “Sempre vicini ai nostri colori”

L’Avellino è pronto per scendere in campo in Lombardia dove affronterà il Como in una partita molto importante per entrambe le formazioni in chiave salvezza. Lombardia, regione in ccui da anni il lupo è seguitissimo con tanti tifosi biancoverdi che per diverse ragioni sono lontani dalla popria provincia. Uniti e fieri come sempre dei propri colori seguono il lupo in ogni incontro e con la passione vera che è marchio di fabbrica di ogni supporter dell’Avellino. Abbiamo raggiunto telefonicamente Luigi Storti presidente dell’Avellino Club Milano, luogo di ritrovo e punto di riferimento per gli appassionati dei colori biancoverdi della città meneghina. Sabato un nutrito gruppo di fans che in ogni partita dei lupi affolla il Cafè Assaggi Miraggi della famiglia Gargiulo, sarà a sostenere l’Avellino dalle gradinate del Sinigaglia di Como: “Saremo oltre 40 solo dal nostro club ma ci saranno anche altri tifosi dal nord Italia e anche da Zurigo. In realtà ci muoviamo spesso durante la stagione e riusciamo a coprire tutte le trasferte dei lupi da Roma in su. Qualche nostro iscritto è sempre presente anche al Partenio per sostenere la squadra”. Circa 120 iscritti con l’Avellino club Milano che è diventato punto di aggregazione e di riferimento per chi dalla verde Irpinia sale in Lombardia: “Sono passati oltre 300 soci da quando abbiamo iniziato questa avventura, il calcio ci unisce perchè è la nostra passione ma il club svolge tantissime attività e riesce a conivolgere tutti diventando nel tempo un punto di riferimento per tutte le persone che arrivano a Milano e cercano un posto dove stare bene, sentirsi a casa e passare del tempo in compagnia”.

Bandiere, striscioni e cori da stadio, ad ogni partita dei lupi il bar Assaggi e Miraggi diventa una piccola Curva Sud che da lontano incita i propri colori: “Portiamo Avellino nel cuore e a nostro avviso è importantissimo mantenera la categoria per una città che offre poco sotto diversi aspetti. Noi da qui soffriamo molto di più, non essere a contatto con l’ambiente biancoverde tutta la settimana, vivere ogni cosa di questa realtà è difficile per chi ama profondamente questi colori. Le luci della serie A fanno gola a tutti ma per ora concentriamoci sull’obiettivo salvezza in modo da conquistarlo il prima possibile e divertirci per il resto della stagione”. Futuro della stagione legato molto anche al mercato di gennaio dove la società ha già promesso di operare per rinforzare la rosa: “Noi sosteniamo sempre la maglia – conclude Lugi – non siamo pronti a criticare o puntare il dito contro qualcuno. Non posso nascondere che le aspettative di quest’anno erano sicuramente altre e pensavamo di vedere l’Avellino in posizioni di classifica molto più alte. Alla società non chiediamo nomi di rilievo, anche perchè magari chiedono soldi e poi non danno i frutti sperati, chiediamo solo che chi indossa la maglia dell’Avellino dia tutto per questa causa, che lottino fino alla fine di ogni partita e che siano consapevoli del valore della maglia che indossano”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy