Lupi, otto battaglie per coronare il sogno, l’imperativo è crederci

Lupi, otto battaglie per coronare il sogno, l’imperativo è crederci

All’appello mancano solo otto gare al termine della regular season, da qui verrà fuori il destino dell’Avellino. Tutto è in ballo, dalla promozione diretta in Serie A, ad un piazzamento in zona play off, fino ad una pesante esclusione in zona Cesarini. Vicenza, Varese, Virtus Entella, Crotone, Pescara, Bologna, Trapani, Brescia (in grassetto quelle tra le mura amiche del “Partenio-Lombardi”) queste le gare i biancoverdi dovranno affrontare da qui fino al prossimo 22 maggio, giorno dell’ultima partita al Rigamonti, contro il Brescia dell’ex Alessandro Calori. Massimo Rastelli, dopo la vittoria contro il Modena, ha stemperato calma, inutile fare tabelle o calcoli, inutili. Il campionato di Serie B, 2014-2015, ci ha insegnato che ogni giornata riserva qualche sorpresa. Dopo la vittoria contro la truppa Pavan-Melotti, i lupi, si sono avvicinati al Bologna. Nel mezzo, però, c’è il Vicenza; prossimo avversario dei biancoverdi venerdì. Tra le 7 compagini in lotta per promozione e playoff, i biancoverdi sono quelli con il calendario più ostico, l’unica squadra a dover disputare tre match in casa e cinque fuori. Due trasferte consecutive alla ripresa del campionato e soprattutto gli scontri diretti con Vicenza e Bologna in trasferta. Il mini torneo inizierà con l’anticipo della 35^ giornata venerdì 10 alle 20.30. Al Menti il big match con il Vicenza. Nella settimana successiva si va a Varese, dove il clima è tesissimo. I lombardi sono con un piede in LegaPro, dopo le dimissioni e il ripensamento di Bettinelli, il Varese è nel caos. Si torna in casa contro la Virtus Entella, squadra rinata dopo gli innesti di gennaio. Altra trasferta da prendere con le molle è quella dell’Ezio Scida, contro il Crotone di Massimo Drago. Chiudono il campionato interno, le sfide contro Pescara e poi Trapani. Il 9 maggio sarà la volta dello scontro diretto contro il Bologna di Diego Lopèz. Si prospetta un rush finale davvero movimentato. Sarà dura, ma non impossibile. L’imperativo ora più che mai è d’obbligo, crederci.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy