Mario Piga: “Complimenti Avellino, ora però devi dare il 110%”

Mario Piga: “Complimenti Avellino, ora però devi dare il 110%”

Mario Piga eroe indimenticato della storia dell’Avellino. Fu proprio il folleto di Palau a realizzare, nel 1978, il gol che regalò la promozione alla società biancoverde. L’ex attaccante dei lupi, sul suo, profilo di Facebook ha fatto i complimenti alla truppa di Massimo Rastelli. Il calciatore sardo è stato intercettato dai nostri microfoni. “Finalmente, obiettivo raggiunto – ha esordito il calciatore di Palau – Un traguardo storico ottenuto dall’Avellino. Grande merito di questa cavalcata va al tecnico, dove mi sono già espresso facendo i più sinceri complimenti e soprattutto alla società”. Mario Piga si sofferma anche sul probabile scontro playoff: “Che sia Perugia o Spezia non conta ora più che mai bisognerà dare il 110%. Sfortunatamente gli spareggi si giocheranno fuori casa. E’ vero i tifosi si mobiliteranno in massa ma una cosa è giocarli in casa un’altra in trasferta”. Il pensiero dell’ex Avellino vola ad un suo possibile erede: “Negli anni non mi sono mai paragonato a nessuno. Il motivo? Il calcio è cambiato tantissimo. Il mio unico desiderio e vedere un nome nuovo accostato al mio che con un gol ha permesso la scalata verso la Serie A”. In conclusione, tra una risata ed un pensiero, si pensa al Cagliari. In caso di mancato accesso in massima serie ci sarà il “derby” personale per Piga: “Il mio augurio più grande che posso fare all’Avellino e che io non debba andare a vedere questa partita. Perchè vorrà dire che i lupi sono….”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy