Masiello è in città: l’Avellino trova il suo mancino

Masiello è in città: l’Avellino trova il suo mancino

Commenta per primo!

L’Avellino riparte da Masiello. E’ lui l’esterno mancino che, già dalla settimana prossima, si aggregherà alla squadra. Per lui è stato già definito un contratto di un anno e mezzo con scadenza giugno 2017. Salvatore Masiello, napoletano classe ’82 è assistito dalla Doa Management di Fabio Andreotti, lo stesso procuratore di Roberto Insigne. Attualmente svincolato, dopo 3 anni a Torino, Masiello è balzato agli onori della cronaca nera sportiva perchè coinvolto nell’inchiesta del calcioscommesse. Il 26 luglio 2012 venne ufficialmente deferito dal procuratore federale Stefano Palazzi per illecito sportivo in merito a Udinese-Bari (3-3) del 2011. Il 3 agosto Palazzi richiese per lui una squalifica di tre anni e sei mesi, ma il 10 agosto la Commissione Disciplinare della Federcalcio lo assolse perché il pentito che lo aveva accusato, Andrea Masiello, non fu stato ritenuto credibile. Il 13 agosto Palazzi presentò ricorso contro la sua assoluzione e il 22 agosto venne nuovamente prosciolto. Mancino naturale, gioca prevalentemente come terzino di fascia sinistra, ma può anche essere impiegato come esterno di centrocampo. Il 28 si sottoporrà alle visite mediche. Ieri era già in città per incontrare la dirigenza e trovare casa.

La carriera di Masiello su Wikipedia

La scheda completa di Salvatore Masiello

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy