Massimo Rastelli: cinque motivi per farlo restare

Massimo Rastelli: cinque motivi per farlo restare

Massimo Rastelli si, Massimo Rastelli no. La piazza è divisa. Ma perchè la società tentenna sulla riconferma del tecnico dell’anno? I motivi possono essere diversi, come quello di voler voltare pagina alla ricerca di nuovi stimoli.

Ma la conferma di Massimo Rastelli potrebbe dare un segnale chiaro alla piazza. Puntare dritto dritto alla serie A perchè nel senso della continuità, Walter Taccone, potrebbe alzare ancora di più l’asticella dando nelle mani di Massimo Rastelli una squadra potenzialmente più forte di quella allenata fino ad ora.

Abbiamo provato ad individuare cinque motivi per far restare Massimo Rastelli. Eccoli.

1) Conosce l’ambiente come le sue tasche. Sarebbe la quarta stagione da tecnico e da timoniere assoluto. Un motivo in più per raggiungere la serie A con l’Avellino.

2) La sua permanenza in Irpinia consentirebbe di evitare mal di pancia ai calciatori più rappresentativi che hanno legato con lui. Stiamo parlando di Castaldo, Pisacane, Arini, lo stesso D’Angelo.

3) Compattare ulteriormente l’ambiente che lo ha osannato nei momenti felici e contestato quando i risultati non sono arrivati.

4) E’ apprezzato in serie A e in mezza serie B. L’esplosione di Zappacosta e Izzo lo scorso anno, Trotta, Ely e Bittante quest’anno, potrebbe essere un pass facile per convincere le grosse società ad inviare in Irpinia i baby più talentuosi.

5) Sarebbe un segnale forte indirizzato a tutte le avversarie. Un segnale chiaro di forza: Avellino c’è. E dopo due anni da protagonista non molla e cerca di più: il ritorno nella massima serie.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy