Mercato attaccanti: Maniero è vicinissimo alla Salernitana, Falcinelli vuole rimanere al Sassuolo. Quel “pericoloso boomerang” di nome Tavano.

Mercato attaccanti: Maniero è vicinissimo alla Salernitana, Falcinelli vuole rimanere al Sassuolo. Quel “pericoloso boomerang” di nome Tavano.

L’Avellino spera. Taccone ci crede ma conosce i rischi di un affare dove l’emotività e i sentimenti superano di gran lunga le “vantaggiose condizioni contrattuali”.

L’affare Tavano rischia di rivelarsi un vero e proprio boomerang per l’Avellino Calcio. Ovviamente solo nel caso di un “no grazie” dell’attaccante casertano dell’Empoli.

Se l’ex giocatore della Roma deciderà infatti di chiudere la carriera in Toscana e di non mettersi in gioco alla corte di Tesser, nonostante De Vito abbia alzato la posta con il suo procuratore Sommella, i Lupi potrebbero ritrovarsi pericolosamente spiazzati.

La ragione è semplice. L’Avellino ha puntato a occhi chiusi su Tavano, era sicura del sì del calciatore, ha forse anche gestito la trattativa con un pizzico di superficialità, vedi le dichiarazioni di Taccone decisamente fuori luogo e le scuse personali del massimo dirigente al calciatore.

Ma non è per questo, se accadrà, che Tavano “rifiuterà” Avellino. L’Empoli ha lavorato con sottile acume. I tifosi, la stampa, i compagni, da giorni, hanno lanciato chiari messaggi all’attaccante. “Resta con noi, il tuo futuro è qui, la tua storia è qui”.

Giampaolo ha bisogno di lui come uomo spogliatoio. Corsi, poi, il direttore sportivo, è stato l’abile regista di questo “scudo di protezione” che potrebbe avere esito positivo respingendo in via definitiva gli “attacchi” biancoverdi.

Il problema è un altro: De Vito ha concentrato la sua attenzione su Tavano e qualcosa intanto si è mosso nelle ultime ore nel mercato degli attaccanti. E l’Avellinio rischia di ritrovarsi spiazzato.

Le alternative non sono poi così facile da raggiungere: Diego Falcinelli, una grande stagione al Perugia, cartellino Sassuolo, non ne vuole sapere di lasciare la serie A e partirà in ritiro con i nero-verdi. Vuole giocarsi le sue chance e non sembra propenso ad accettare Avellino soprattutto perchè, con la possibile partenza di Zaza, potrebbe addirittura giocarsi le possibilità di partire titolare. Nonostante i buoni rapporti con Bastianelli, lo stesso procuratore di Bittante, potrebbe essere difficile convincere il ragazzo, almeno non prima della fine del ritiro.

L’altro nome è Riccardo Maniero, napoletano, metà stagione a Pescara, l’altra a Catania. Gli etnei sono in smobilitazione per il noto scandalo “treni del gol”. Uomo di sicuro affidamento in B, percepisce lo stesso ingaggio di Tavano. Potrebbe essere un grande affare. Ma nelle ultime ore la Salernitana sembra essere vicinissima all’attaccante. Lasciando di fatto l’Avellino con l’amaro in bocca. E anche Tesser ovviamente.

I biancoverdi oggi hanno in organico il solo Trotta, Castaldo che attende la squalifica, e Mokulu. Un solo attaccante potrebbe anche non bastare. Ma chiaramente se arrivasse Tavano, con l’ingaggio di Insigne, ci si potrebbe “accontentare”.

A questo punto non ci resta che incrociare le dita. Sperare. Se Tavano dovesse decidere di rimanere ad Empoli, ed è realistico immaginarlo, il mercato degli attaccanti per l’Avellino diventerebbe tutto in salita.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy