Notte magica: il super pagellone di #AvellinoAscoli

Notte magica: il super pagellone di #AvellinoAscoli

Notte magica. Fine della maledizione. Vittoria doveva essere e vittoria è stata. E che vittoria! I lupi passano per 3-0 sull’Ascoli e giocano un calcio piacevole e frizzante. Sugli scudi Mokulu, che sblocca il match con un gran colpo di testa e, soprattutto, Ciccio Tavano.
L’ex Empoli è il mattatore del match con un gol e due assist. Tesser può sorridere, Taccone e i tifosi pure.
Ora si va a Terni e si va per vincere. Questa sera deve rappresentare l’alba di un nuovo campionato. Avanti lupi!!!

Frattali 6: attento e sicuro, come sempre. L’Ascoli, comunque, dalle sue parti non si fa praticamente mai vivo.

Biraschi 6: parte in sordina, complice l’inedito ruolo di terzino destro. Poi prende le misure e non sbaglia praticamente nulla.

Rea 6: stringe i denti e parte titolare nonostante i problemi muscolari che lo avevano costretto al cambio con lo Spezia. Esce per probabile stiramento.
(dal 27′ Ligi 6: costretto ad entrare a freddo per l’infortunio di Rea, stavolta non combina pasticci e si fa trovare sempre attento. Ora avanti così).

Chiosa 6: si fa ammonire sul finale del primo tempo. Per il resto anche la sua partita è senza macchie: deve solo ritrovare la forma migliore.

Visconti 6: questa è una serata tranquilla anche per lui, finalmente. Prova anche a salire e a mettere un paio di cross interessanti.

Gavazzi 7: è un giocatore di una praticità più unica che rara. La sua presenza si fa sentire sotto il punto di vista fisico e tattico. A ciò aggiunge la perla del 3-0 con un bel tiro da fuori. Ci è mancato maledettamente in questo mese.

Jidayi 7: ormai non è più una novità. Altra partita di eccellente sostanza e filtro nel cuore del centrocampo. Grazie a lui, Gavazzi e Arini possono inserirsi con più tranquillità e con più frequenza.

Arini 7: grinta e cuore a tutto campo. Corre a più non posso e si mangia, come si suol dire, l’erba. Capitano, lupo e gladiatore vero. È tornato il calciatore straordinario di due anni fa, come si poteva facilmente intuire dal ritiro di Sturno.

Insigne 6,5: nel primo tempo non è certamente tra i più positivi dei lupi, nonostante la palla per il 2-0 di Tavano. Poi nella ripresa si esalta e con i suoi dribbling regala perle di grande calcio.
(dal 67′ Bastien 6: entra per far rifiatare Insigne, senza avere particolari occasioni per mettersi in mostra).

Tavano 8: one man show. Ciccio aveva solo bisogno di fiducia e una volta che la trova non riescono più a fermarlo. Prima il corner per Mokulu, poi il sigillo del 2-0 e l’assist per il tris di Gavazzi. Ma non finisce qui: traversa al 55′ e tanto altro ancora. Ora serve solo continuità. Campione ritrovato

Mokulu 7,5: aveva ragione Taccone: più passa il tempo e meglio si adatta al campionato. Non sarà bello a vedersi, ma è tremendamente efficace. Sblocca il match di testa e spizza la palla per Insigne da cui nasce il 2-0. Sfrutta la sua fisicità come meglio non potrebbe. Toro indemoniato.
(dal 72′ Trotta 6: entra a giochi fatti e fa rifiatare l’esausto Mokulu).

All.Tesser 7: la scelta di lasciare fuori Trotta e Bastien per inserire Mokulu e Tavano è quella decisiva per sfatare il tabù vittoria. La sua panchina si fa così più salda: ora potrà lavorare con meno ansie.

Domenico Abbondandolo

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy