#PescaraAvellino: le pagelle del match

#PescaraAvellino: le pagelle del match

Uno dei più brutti Avellino della stagione cede al Pescara per 3-2. Un brutto primo tempo viene sbloccato dalla grave ingenuità di Chiosa. Rigore e 1-0. Nella ripresa i lupi lottano e provano a riaprirla prima con Zito (2-1) e poi con Mokulu (3-2). Non basta per rimediare. Col Perugia servirà un altro piglio.

Frattali 6:  ritarda l’uscita al 19′ mettendo in apprensione i compagni. Sui gol è incolpevole. È coperto da una difesa eccessivamente fragile.

Nica 5: ha limiti notevoli in entrambe le fasi. Sul raddoppio abruzzese è imbarazzante il margine concesso a Verre per calciare.

Biraschi 6: prova a stringere i denti nonostante i problemi accusati in settimana. Non ce la fa e si arrende dopo venti minuti. Speriamo non sia nulla di grave.
(dal 23′ Giron 5,5: non è adatto alla difesa a quattro e paga ancora il salto dalla D alla B. Perde spesso la posizione ma è suo il cross dal quale nasce il gol di Zito).

Chiosa 4,5: nella prima mezz’ora è tra i migliori dei suoi. Poi è black-out totale: un intervento scomposto causa il rigore dell’1-0. Poi commette altri errori, in particolare sul 3-1, quando lascia troppo spazio a Caprari.

Visconti 5,5: questa volta non combina disastri, anzi è probabilmente il meno disattento tra i difensori. Paradossalmente, visto che all’uscita di Biraschi viene spostato al centro.

Gavazzi 5,5: parte bene, sfruttando la sua intelligenza tattica e l’ottimo senso della posizione. Nella ripresa cala vistosamente e viene sostituito.
(dal 61′ Zito 6: entra col piglio giusto e dopo due minuti trova il gol del 2-1. Segnali di risveglio).

Jidayi 6: nel primo tempo il lavoro in fase di pressing è al solito impeccabile. Viene ammonito al 33′.

Arini 5,5: il cuore ce lo mette anche stavolta. Peccato che i mediani biancazzurri abbiano più benzina dei nostri.

Bastien 5: male, molto male. Dovrebbe sfruttare i numeri che ha ma non attacca mai la porta, non si inventa mai nulla e cerca solo degli appoggi facili.
(dal 53′ Insigne 5,5: Tesser lo getta dentro con la speranza che possa vivacizzare i suoi. Non ci riesce).

Trotta 5,5: per un’ora è davvero irriconoscibile e irritante. Poi prova a lottare e sporca la palla per il gol di Zito. Da un suo tiro nasce il 3-2 di Mokulu. Non basta.

Mokulu 6: stavolta non è devastante ma la sua prova è ancora buona. Sgomita là davanti e lotta fino all’ultimo. Suo il gol della speranza finale.

All.Tesser 5: questa volta le sue scelte davvero non convincono. Col senno di poi rischia troppo con Biraschi (vista l’esperienza di Rea) e soprattutto tiene dentro Bastien nonostante la prova incolore ritardando il cambio (avvenuto dopo il 2-0). C’è da dire che la fortuna non lo assiste.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy