Asta aperta: Preziosi e Squinzi superano Zamparini

Asta aperta: Preziosi e Squinzi superano Zamparini

Commenta per primo!

La notizia è più di una semplice indiscrezione. L’asta è ufficialmente aperta. Nella trattativa per Marcello Trotta si sono inseriti due presidenti di serie A: il patron del Genoa Preziosi e quello del Sassuolo Squinzi. I due sembrano aver superato nell’offerta il presidente del Palermo Zamparini. L’asta si fa interessante. L’Avellino non si muove dai 3 milioni richiesti già in sede di contatto con i patron rosanero nella chiusura dell’ultimo calciomercato estivo. Ma c’è di più. Preziosi è disposto a  fare follie pur di consegnare da subito l’ariete casertano a Gasperini. Ma è tallonato da Squinzi che in pochi anni ha messo in piedi una squadra giovane, ambiziosa e di prospettiva. A beneficarne potrebbe essere l’Avellino che si è messa alla finestra ed è disposta, a questo punto, a privarsi del bomber casertano pur di far cassa subito ed investire i proventi nella campagna di rinforzi di gennaio. Zamparini è stato superato nelle preferenze. Si era fermato a 1,5 milioni di euro. Preziosi vuole raddoppiare, Squinzi è disposto ad alzare la posta. Insomma, l’asta è aperta. D’altronde il mercato di gennaio è alle porte ma gli affari si chiudono già a novembre. L’Avellino aspetta e già si muove. In caso di partenza di Trotta, pronto un altro attaccante. E’ un ex, che ha lasciato ottimi ricordi in quanto a gol ed impegno (ne parliamo in un altro articolo sempre sul nostro sito SportAvellino.it). Insomma, gli ingredienti per un gennaio con i fuochi di artificio per il calcio mercato ci sono davvero tutti. L’Avellino non sta a guardare. Taccone si è messo alla finestra ed anche se ha più volte smentito anche ufficialmente la cessione di Trotta a gennaio, in cuor suo sa che se l’offerta si concretizzerà con tanto di nero su bianco, l’Avellino non potrà permettersi di dire rifiutare. Per il bilancio e per il calciatore.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy