Rastelli sorride, l’Avellino fa “tredici” contro la Primavera di Luperto

Rastelli sorride, l’Avellino fa “tredici” contro la Primavera di Luperto

Pubblico della grande occasioni al “Partenio-Lombardi”. L’Avellino, di Massimo Rastelli, è sceso in campo per una sgambatura contro la Primavera di Claudio Luperto. Una giornata contornata da cori, coloro ma soprattutto gol. Ben tredici quelli rifilati da Castaldo e soci. Sugli scudi Marcello Trotta, autore di un poker, Luigi Castaldo, in gol tre volte. Gioia anche per gli ex Milan Rodrigo Ely e Gianmario Comi, in evidenza con una doppietta a testa. A chiudere il quadro i gol di Regoli e Mokulu.

LA GARA – Il tecnico di Torre del Greco ha dovuto fare a meno, ancora una volta, di Chiosa e Schiavon, oltre agli infortunati, Soumarè e Bavena. Per la gara contro la Primavera, Rastelli, ha confermato la scelta tattica attuata contro il Bologna. Il 4-3-1-2. Tra i pali, confermatissimo, Pierluigi Frattali. Linea difensiva a quattro composta al centro Ely e Pisacane. Sugli esterni largo ad Almici e Visconti. In mediana la novità è stata rappresentata da Filkor. Sulle ali largo alla coppia Zito-Regoli. Nel primo mini tempo, da 35′, ad aprire le marcature ci ha pensato Gianmario Comi. A realizzare il raddoppio è Marcello Trotta. L’ex Fulham in gol in rapida successione. Il 4-0 porta la firma verdeoro di Rodrigo Ely. A chiudere la prima frazione di gioco ci hanno pensato le reti delle due bocche di fuoco Comi e Trotta. Il primo tempo si è chiuso con il risultato di 8-0. Grazie al centro di Ely. Nella ripresa, Rastelli, rivoluziona il tutto. Ad aprire, la sagra del gol, nella ripresa è Paolo Regoli. L’ex Pontedera raccoglie il pallone scaraventato da Gigi Castaldo sulla traversa. Il bomber di Giugliano si ripete in rapida successione realizzando tre gol di fila. A chiudere la sgambatura ci pensa l’imbucata di Mokulu.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy