Rastelli-Tesser: è tutta un’altra storia

Rastelli-Tesser: è tutta un’altra storia

Critiche e fiducia si alternano tra i pareri di chi vive di calcio, di chi vive di U.s. Avellino. Società, squadra e ambiente sono analizzati nei minimi dettagli per trovare la ragione di quello che non va ma se i conti non tornano a finire inevitabilmente sotto la lente di ingrandimento è l’allenatore. E’ sempre cosi nel calcio e chi guida una squadra lo sa bene. Attilio Tesser fu chiarissimo dopo la partita con il Livorno: “Al momento mancano solo i numeri”. Numeri che effettivamente sono nemici del tecnico di Montebelluna, numeri che se confrontati con la passata stagione non depongono a suo favore.

Dopo 8 incontri, quello che salta all’occhio in un confronto con la gestione Rastelli sono i gol subiti. Solo 8 per la squadra di Rastelli ben 15 per quella di Attilio Tesser. I black-out nel reparto arretrato sono palesi, ma una cosi ampia differenza porta con se un’analisi approfondita che riguarda l’intera fase difensiva della squadra. La costante tra i due Avellino sono i pareggi, tre in entrambe le stagioni, mentre le sconfitte in più vanno a discapito delle vittorie. Tutto questo porta 9 punti di differenza e la ventunesima posizione in classifica. Lo scorso anno eravamo primi. Non si vive di passato ma di presente e Tesser ha fretta di trovare i numeri giusti per cancellare i confronti e per far capire a tutti quale sarà il futuro dell’Avellino di questa stagione.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy