Serie B: alla Virtus Entella non riesce il miracolo, il Modena ringrazia

Serie B: alla Virtus Entella non riesce il miracolo, il Modena ringrazia

Soffrendo fino al 95′ il Modena conquista la salvezza pareggiando 1-1 in casa contro la Virtus Entella e mettendo la parola fine a un campionato che è stato un vero calvario per la compagine canarina. Il primo tempo è stato abbastanza equilibrato con il Modena che trova il vantaggio alla sua prima vera occasione, quando al 22′ Granoche viene atterrato in area da Ligi. Lo stesso uruguaiano dal dischetto spiazza Paroni e porta i canarini sull’1-0. Pochi minuti dopo sono i liguri a invocare il penalty su un sospetto tocco di mano di Gozzi, ma Pinzani non vede nessuna irregolarità. Dopo il vantaggio i padroni di casa provano ad aumentare il divario, ma le azioni sono spesso inconcludenti e l’Entella trova il pari a nove minuti dalla fine del primo tempo in un’azione insistita che premia Mazzarani, bravo di testa a spiazzare Pinsoglio e a segnare il classico gol dell’ex. Nel finale della prima frazione gli ospiti iniziano a farsi coraggio, complice anche l’insicurezza del Modena che fatica a ritrovare il bandolo della matassa dopo il pareggio dei biancocelesti. La ripresa vede sempre gli ospiti più sicuri sul terreno di gioco, mentre i padroni di casa continuano a manifestare una notevole difficoltà nel manovrare il gioco, che non gli consente di impensierire la difesa dell’undici guidato da Aglietti. Al 66′ il Modena si trova anche in inferiorità numerica a causa dell’espulsione di Calapai, che per un intervento scoordinato ai danni di un giocatore dell’Entella si guadagna il secondo cartellino giallo. Pochi minuti dopo Sforzini si divora il gol del vantaggio calciando la sfera sopra la traversa e con troppa potenza con Pinsoglio già battuto. Il quarto d’ora finale vede sempre Mazzarani e compagni cercare di trovare il gol del vantaggio, con i padroni di casa che si limitano a difendere il risultato senza mai impensierire la retroguardia biancoceleste. Nel finale i canarini però riescono a reggere l’urto dei liguri e al triplice fischio inizia la festa a tinte gialloblu.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy